-> Un Click Al Giorno toglie il Banner di Torno <-

3 fratelli divisi, 5 compagni e cento misteri(Ex Cdi)

Lo spazio dove inserire le vostre gesta!

Moderator: Staff

Re: 3 fratelli divisi, 5 compagni e cento misteri(Ex Cdi)

Postby coranis » Sun May 31, 2009 8:51 pm

Lo scontro prosegue, e anche Homura, nonostante le sue difese ritenute impenetrabili, viene privato di un braccio. Tatanka sfodera le sue tecniche lunari e con un potente urlo kiai-ruggito scaccia metà della città.
Kuma evoca una nebbia con la quale protegge la ritirata strategica di Cielo, protegge ulteriormente Homura e gli da il tempo di lanciare un potente incantesimo solare con il quale fa strage ulteriore di fatati.
Gran parte dei pochi sopravvissuti (i più tosti) scompaiono, come scompare la città, e al suo posto appare un fatato che sembra decisamente più potente e forte degli altri.
Questo dice di essere l'informe della regione e gli annuncia l'arrivo del Principe Balor.
Questi appare come una illusione evocata dall'informe, un grande generale avvolto in una armatura dorata, che annuncia il suo arrivo nella Creazione, e che concede ai nostri di andarsene, purchè annuncino il suo arrivo.
Kuma e Homura curano le ferite di tutti, e le battaglie si susseguono fino a che i nostri non sbucano nuovamente nella creazione, almeno 500 miglia più a nord di quando erano entrati.
I messaggeri infallibili che li aspettano ai confini della realtà sono di diversi giorni, e vanno dal rapporto regolare mandato da Rathess ad annunci sempre più catastrofici: i fatati hanno sfondato i confini della Creazione in tutte le direzioni, e sono molto debolmente contrastati.
Inoltre Homura si accorge che una delle sue gemme ha perduto i poteri, così come è accaduto a Kuma.
Homura usa l'areonave per volare di corsa a vedere e trova che il confine del Wyld è stato spostato di molto, e che Corallo è in mano al Principe D'Argento.
Con una ampia curva diretta alla Magione Invisibile scopre che la maggior parte del nord è stata invasa senza problemi, e che Cristallo e Focolare di Ghiaccio (Crystal e Icehome) sono state cancellate.
La magione invisibile resiste grazie ai lunari e al guardiano, ma se i confini si sposteranno ancora lungo tutto il nord presto verrà accerchiata.
Anche Halta è stata attaccata, e i confini del wyld si sono spostati alle soglie di Chanta, dove Pitone Argenteo e Volo Pioggia di Morte (i due lunari creatori di Halta) hanno resistito. Slulura ha dovuto rinunciare ai propri territori e si è ritirato sotto Chanta.
A sud Cathak Cainan (non si sa bene come), che si è spostato in una zona piuttosto periferica visti i casini sull'isola benedetta, resiste bene.
La divinità salvata dal wyld, Cnfluenza Mirabile, la divinità dei Domini, viene analizzata da Kuma prima che la possessione venga interrotta. Ci sono strane manipolazioni nella sua mente, che Kuma riesce a fare risalire agli dei rinnegati di Yu-Shan. Quindi vanno a Yu-Shan per conferire con Semplicità e Purezza d'intenti e altri.
Semplicità li accoglie preso da uno strano conflitto personale. E' vero che la Creazione è nuovamente a rischio, ma questo sta tirando fuori il meglio dai sopravvissuti, rendendolo più forte. E' nella sua stessa natura però dispiacersi della causa di tale evoluzione.
La legione aerea non può intervenire, poichè il sole invitto non ha ancora concesso il via libera, e non ha detto ancora nulla al riguardo. Le divinità terrestri stanno subissando di reclami ed accuse Yu-Shan, mentre le divinità celesti vogliono chiudere le porte di Yu-Shan.
Cielo vuole andare a parlare con Chejop, con il quale non ha più parlato dopo la sua sorprendente offerta.
Tatanka ed Artiglio vogliono parlare con i responsabili della Panoplia Cremisi.
Cielo ha anche un'altra intuizione.
I fatati stanno rubando i nuclei di potere dei domini, ma le linee del drago rimangono intatte. Quindi lui crede stiano usando le linee del drago per indebolire la Creazione e favorire l'avanzata del Wyld.
La sua idea è usare la Spada della Creazione.
Vuole collegare la sua energia alla porzione della rete di linee del drago contaminata dai fatati per fare pulizia, sfruttando l'energia più pura, stabile e concentrata dell'intera Creazione.

Il piano è audace, rischioso, ma potrebbe ribaltare una situazione che di ora in ora sta diventando sempre più critica.

Fare previsioni è impossibile, quindi ora è il tempo di agire.

Non è un vero spoiler:
Spoiler:
Per chi avesse visto Evangelion: da quando ho sentito l'idea non riesco a fare a meno di pensare alla puntata in cui convogliano in un fucile l'energia dell'intero giappone!!!
I miei Achievements da Narratore:

(ST) Harlgblgrlb: Narra una sessione ubriaco.
(ST) L'incubo di tutti: Crea un nemico abbastanza orrorifico da spaventare i tuoi giocatori, i tuoi personaggi, o entrambi.
(ST) Ooops - Uccidi con un colpo un PG usando un incontro che pensavi fosse bilanciato.
(ST) Dividiamoci, Squadra - Narra una sessione dove il gruppo si divide in almeno 5 entità separate.
User avatar
coranis
Eccelso4
Eccelso4
 
Posts: 3551
Joined: Tue Jun 14, 2005 11:29 am
Location: Gaiarine(Deep wyld), oppure una casupola nelle foreste di Halta. Le Vacanze a Chiaroscuro
Casta: Zenith

Re: 3 fratelli divisi, 5 compagni e cento misteri(Ex Cdi)

Postby Black Razor » Sun Jun 07, 2009 12:13 pm

Ah, c'hai pensato, allora?

Io pensavo di fare una roba del genere: costruire una sorta di gigantesco "parafulmine" di oricalco e metallastrale, e modificare una pietra focale (magari costruendo una magione apposita, che richiederà un piano specifico) in modo tale da farla funzionare come spina "wireless" per la rete delle magioni.

In realtà sarebbe meglio costruire una sorta di "multipla", con una magione per Direzione, e usarle per convogliare, anche per un solo istante, l'energia del polo elementale della Terra nelle linee del drago contaminate dai Fatati. Poco importa se poi magari si "resetta" tutto il sistema delle linee del drago: una Creazione in preda ai sommovimenti geologici e magici è sempre meglio del Caos.

Bisognerà però ottenere l'aiuto dei Mountain Folk per connettere l'accumulatore, e magari anche per costruire il sistema difensivo... ed in fretta.
Se poi Gaia si incazza perchè abbiamo fatto un macello, tanto meglio: magari mena un pò di Fatati anche lei!

L'unica alternativa potrebbe essere un sistema simile, ma con motori della realtàultrapotenti invece che con la Spada della Creazione... minori i rischi, minori i risultati, maggiore il tempo. Mah.
ATTENZIONE!
Ogni post che mi parli di quanto schifo fa Exalted sarà trattato come non esistente... non censuro ma ignoro quello che non mi interessa (non vorrei seguire esempi istituzionali)
User avatar
Black Razor
Staff Member
Staff Member
 
Posts: 5709
Joined: Thu Nov 25, 2004 4:57 pm
Location: Venezia o Malfeas, dipende dal giorno

Re: 3 fratelli divisi, 5 compagni e cento misteri(Ex Cdi)

Postby coranis » Fri Jun 12, 2009 3:25 pm

Riassunto mega di due sessioni.
La prima riprende con Artiglio, Kuma, Cielo e Tatanka a colloquio con Semplicità e Purezza d'intenti.
Homura invece è ancora sulla Creazione a fare ricognizione dei confini della Creazione.
Dalla città divina Cielo si reca a Meru, dove ispeziona un po' le rovine utilizzando le sue ali del rapace. Visita inoltre il maestoso tempio visitato durante il torneo del cielo e della terra, dove alla base della statua del Sole Invitto ci sono dei fiori freschi lasciati di recente.
Incuriosito ma ben conscio di quali siano i suoi doveri cerca invece la Camera del Deliberativol, senza grande successo, i flussi d'essenza del polo elementale della terra coprono e nascondono ogni altra manifestazione d'essenza.
Nel mentre Kuma si reca da Chejop Kejak e nonostante tutti i pronostici questi lo riceve. Kuma inizia con un approccio molto blando e da alleati, ma il siderale è piuttosto brusco nei modi. Risponde ad ogni critica con una critica, ma il solare si aspettava ben altro atteggiamento da colui che dice di voler salvare la Creazione.
Prima di lasciarlo andare però Chejop gli consegna un bizzarro rapporto, auspicando che il geniale ragno di rame riesca dove gli altri hanno fallito.
Il rapporto parla di un bizzarro fenomeno che ha molto stupito e forse spaventato i siderali.
La cittadella della Vedova dalla parlata irriverente è stata fatta esplodere, e subito dopo la sua terra d'ombra si è come disgregata, divenendo facile preda del Wyld, che l'ha cancellata.
Cosa è stato in grado di distruggere una cittadella di un signore della morte, presumibilmente sconfiggendolo, e di cancellare la sua terra d'ombra? Una nuova forza dei fatati?
Kuma non ha risposte, e risposte ancora meno soddisfacenti ottiene Homura al suo ritorno al Tabernacolo sequestrato.
Amaya sta disponendo tutti gli studenti e i diplomati lungo una linea di confine più stretta degli attuali confini della Creazione in modo da renderla più difendibile, in comune e segreto accordo con il patto d'argento.
Seta venerabile invece confessa tranquillamente che la Legione Aerea sarebbe in grado di difendere almeno per un po' i confini in modo stabile, permettendo agli eccelsi di contrattaccare, ma che senza un ordine del Sole Invitto neanche il più piccolo spiritello si muoverà.
Homura nasconde la crisi che sboccia nel suo cuore e parte alla volta della città celeste, colmo di furia verso il suo padre celeste: “Come può quello stronzo fregarsene tanto della Creazione e di noi, o è solo un'altra prova?”
Artiglio e Tatanka a colloquio con Ahlat ricevono notizie molto precise, ma decisamente più ottimistiche: il sud potrà reggere, anche grazie alla discesa in canpo del Signore Dorato di An-Teng, e ben presto lo stesso Ahlat sarà libero di scendere in campo prima che Yu-Shan decida di chiudere le proprie porte.
Simili responsi danno le altre divinità della guerra, finalmente concordi: “Combattere e resistere sono gli unici ordini, gli unici canti di guerra, gli unci canti di vittoria.”Kuma si reca da Probabilità, la pseudo-divinità figlia di Nox nascosta nell'altrove, assieme a suo figlio.
Quindi li porta alla Magione invisibile perchè Probabilità possa aggiornarsi presso il guardiano della situazione, favorire la loro battaglia e conoscere meglio il figlio di Kuma, che manifesta sempre di più, dietro esplicito giudizio della Pseudo-divinità, caratteristiche dei Primordiali.
Riunendosi tutti assieme Homura e Cielo concordano un nuovo piano: ingannare i sottoposti di Ghataru per fare scendere in campo la Legione Aerea, fingendo un ordine del Sole Invitto.
Kuma non concorda, così come non concorda con la furiosa crisi di fede dello Zenith, e a differenza degli altri decide di evocare un messaggero infallibile e indirizzarlo al Sole invitto, al momento in testa nei giochi divini.
Dopo l'invio la notte cala su Yu-Shan e arriva la risposta del sole Invitto:
“Nessuno può piegare la mia volontà o influenzarla, le mie scelte sono mie, per quanto possano apparire strane e lontane dalla vostra mente quanto le vostre lo sono da quelle dei mortali.”
Kuma si sente rassicurato, mentre Homura si sente ulteriormente oltraggiato. Cielo non si esprime teologicamete, e si getta nell'azione. Vorrebbe sfruttare il mandato del Cielo e per questo si reca nel tempio ad esso dedicato per consultarlo.
Il suo piano parte dal presupposto che Saggezza Filiale sia la reincarnazione della Regina Merela, la regina dei solari della Prima Era, e che quindi lui potrebbe richiedere l'intervento della Legione Aerea, ma scopre che non è così. Persino il testo del Mandato del cielo suona così vuoto e ambiguo:
“Noi siamo stati creati come figli e servitori asserviti dei nostri padri. Quando abbiamo capito che questo avrebbe condannato la Creazione abbiamo generato a nostra volta dei figli, che fossero però liberi di agire come volessero, avendo la possibilità di superare i nostri stessi limiti. Per questo conferiamo il Mandato del Cielo e della Terra agli Eccelsi, poiché seguano i dettami del cielo e i suoi valori rimanendo piantati nella Creazione, ai suoi bisogni.”
Artiglio viene contattato da Nak-De, dea dei bastoni di fuoco sconfitta al torneo del cielo e della terra, che gli chiede assistenza nella difesa del Sud, e lui accetta, andandoci prontamente.
Tatanka invece viene convocato al Nord dalle spade di luna, a coordinare le difese della nazione Linowan.
Cielo e Homura invece si preparano ad un piano disperato: ingannare la legione Aerea.
Kuma, un po' sperando che la cosa vada a buon fine, un po' sperando che ci ripensino prima di agire recupera il figlio e va a Meru con lui. Qui, grazie al potere dell'occhio del sole onniveggente scova la camera del deliberativo.
Ma all'arrivo a Meru accade qualcosa di inaspettato, con il figlio che soffre contorcendosi. Kuma ne allieva il dolore, permettendogli di riuscire a concentrarsi e riuscire ad attivare un prodigio solare per difendersi dai miasmi dell'essenza corrotta di Meru.
Il figlio di Kuma è infatti sempre aperto ed in armonia con l'essenza che lo circonda, e per questo riesce a replicare i poteri degli eccelsi che lo circondano. Però l'essenza di Meru è per lui puro veleno.
E' lui stesso a proporsi di aiutare il padre a manipolare la Spada della Creazione: “La creazione è viva, vievente, e l'essenza è il suo pensiero e la sua lingua. Credo potrei esserti utile per come la capisco: potrei aiutarti ad aiutarla ad esprimersi. Credo che anche se ne derivassero danni almeno dopo sarebbe libera di esprimersi e risanarsi, forse proprio grazie agli stregoni come te padre.”
Kuma si sente fiero di quel figlio così anormale e lo conduce alla camera del deliberativo dove trovano dei documenti sconcertanti: diari lasciati dai solari subito dopo l'usurpazione. Queste sono le ultime pagine.



Diario di Affilato Rasoio:
Al sud, a Chiaroscuro, ho visto l'inimmaginabile. La battaglia non era ancora conclusa che i sangue di drago già raccoglievano armi e possedimenti dai corpi dei solari caduti per essere sicuri non venissero saccheggiati.
Canto mirabile, il sole coronato a guida della città dalle torri di vetro ha combattuto come un leone con il suo Daiklave, ma un circolo perfetto di Sangue di drago dal sangue purissimo lo hanno accerchiato e finito. Li ho seguiti per un giorno, cercando di trovare i loro capi, ma tutto ciò che ho visto era un convoglio pieno di sacerdoti che portava le sue armi nel deserto. Stupito non li ho persi di vista, e ciò che ho visto mi ha lasciato sbigottito: sapevano dove si trovava la sua tomba, e perdendo 2 dei loro hanno superato il guardiano e depositato il Daiklave sulla bara assieme alle sue ceneri.
Vogliono evitare la comparsa di Fantasmi Famelici. Si sono preparati con attenzione, istruiti in rituali taumaturgici riservati agli eccelsi celestiali. Tutta la lunga preparazione per un simile piano ci è passata sotto il naso. Com'è possibile sia sfuggita a tutti noi?





Diario di Alambicco lucente:
Ora siamo al sicuro, ma per quanto? La Cena rituale è stata dissacrata dal tradimento. Dal nulla si è proiettato un campo anti-magico. Ho visto Muro d'onda, Larquen Quen, Soffio d'argento e altri sparire un secondo prima, come se avessero percepito ciò che stava accadendo. Spero stiano bene, ci servirà tutto l'aiuto possibile per riprenderci. Una zanna di assassini siderali con ben un Dragone di Sangue di Drago, alcuni dei quali usavano strane tecniche che li proteggevano dai nostri colpi con una specie di scudo elementale.
Siamo riusciti ad aprirci una strada grazie alla presenza di Merabah e di Esecutore Luminoso, che apparsi dal nulla ci hanno condotto fuori dalla zona antimagica, permettendoci di portarci tutti qui in salvo.




Diario di Eredei:
Finita. La dominazione solare è finita. Non credo ci voglia molto a capirlo. Sono sfuggiti ai nostri migliori investigatori, alle nostre migliori spie. I nostri migliori guerrieri sconfitti, i nostri stregoni trucidati. Gli altri non hanno avuto il coraggio di farlo, ma io sì. La campana dell'adunata ha rivelato solo 27 solari ancora vivi e liberi. Ossia solo 11 oltre a noi. Solo 11. Dei 300 luminosi campioni invincibili solo 27 sono sopravvissuti a quello che credo sia il più abile e feroce sterminio di massa. Non hanno ucciso semplici mortali, ma solari pienamente addestrati, alcuni giunti ad un livello di preparazione personale superiore a quello della guerra contro i primordiali.
Quei bastardi burattini del fato non mi sono mai piaciuti. La morte di Tammiz Ushun avrebbe dovuto insospettirmi. Ucciso poche ore prima dello scattare del piano. Lui sapeva, e voleva avvisarci. Lo hanno zittito.
Non ci posso ancora credere. Ci hanno tradito, assassinato, trucidato, sconfitto e umiliato.
Tutti gli allievi della Tumiraf giacciono avvelenati sui suoi pavimenti di marmo, e Sperimin giace silenziosa e buia. Dalla sua torre più alta ho scrutato verso sud. La guerra ha raggiunto anche Rathess. In tutta la Creazione, in un solo momento è scoppiata la più grande rivolta di quest'era.





Diario di Esecutore Luminoso(per chi avesse scarsa memoria è la precednete reincarnazione di Loto Ghiacciato, il precedente personaggio di Black Razor, posizione attuale: sconosciuta):
Era per oggi, non per il prossimo anno! Ho scoperto il partire delle macchinazioni troppo tardi, ma sono riuscito ad avvisare i migliori del Gruppo. Muro d'onda, Larquen, Merabah, Roseo deserto, Eredei, Mur, Profumo del mare, Alambicco Lucente e quel folle di Ibn. Stupidi siderali, conosco le loro tecniche quanto loro, e so come sconfiggerle. Osano paragonare la loro forza alla nostra?
Quanto sono rimasti stupiti quando io e Merabah ne abbiamo abbattuti 7 di loro. E quelle lucertole? Si credevano invincibili grazie alle loro nuove tecniche e ai loro capi Siderali. Li ho trovati più esaltati e distratti del solito.
Quando Alambicco ha proposto di tornare qui per sigillare la camera credevo fosse da pazzi, ma in effetti era la cosa migliore da fare. Almeno gli altri avranno un po' di respiro nella fuga.
Muro d'onda e Larquen sono già partiti, Roseo Deserto, ostinato come sempre si è diretto alla sua tomba. Merabah ha convinto quegli sciocchi di Affilato rasoio, eredei, mur e profumo del mare ad andare a Yu-shan, dove gli attende morte certa.
Vello Dorato avrebbe la possibilità di salvarci tutti, ma esita per rimorsi di coscienza.
Xing vuole andare con Ibn da qualche parte, credo al santuario di quest'ultimo, per costituirne l'ultima difesa. Ne hanno trovati due di sicuro, ma credo sospettino l'ubicazione di almeno altri due. Io a questo punto svanirò. Gli concedo questa notte, ma la prossima alba sarà mia.





Diario di Ibn-allez-javus:

Quei bastardi ci hanno annientati. Negli occhi degli altri vedo un barlume di speranza, ma è pura illusione. Se hanno decimato i nostri migliori stregoni come possiamo pensare di resistere? Neanche adesso Vello Dorato riesce ad essere deciso! Siamo condannati.
Ma quei bastardi non avranno i nostri tesori! Grazie agli altri abbiamo sigillato la Camera del Deliberativo. Non potranno usarla per trovarci, così saranno rallentati nell'individuarci, e qualcuno di noi potrà mettere a segno qualche colpo per far pagare con il sangue questo tradimento.
Ora non importa che trucco useranno, solo dei solari possono aprire le porte della Camera, e solo i lunari più fidati. Possono toglierci la vita, ma non il potere assoluto che deteniamo.





Diario di Vello Dorato:
Sono arrivato qui richiamato dal Canto di Xing Ho. Ho attraversato indenne ogni pericolo solo grazie all'aiuto di Affilato Rasoio, altrimenti non ce l'avrei fatta ad attraversare il sud, per entrare nel campo d'azione del mio anello del Richiamo. Nel Wyld ho trovato la salvezza dal tradimento, ma i miei fratelli sono caduti per mano amica...la situazione è paragonabile alla Grande Guerra, e allora perchè esito?
Se la usassi potrei sistemare tutta questa faccenda in pochi giorni, un mese al massimo..vendicherei i miei fratelli, e ucciderei tutti i traditori. Sarebbe la cosa più giusta da fare, la più logica, ma non voglio.
Perchè la domanda che echeggia nel mio cuore non mi è ancora stata posta dai miei fratelli sopravvissuti? Temono forse la mia risposta?
Tutti mi hanno chiesto di recuperare l'arma con la quale ho sconfitto Cecelyne, ma nessuno, di fronte al mio fermo rifiuto ha osato chiedermi perchè.
Persino il Sole Invitto nostro padre tace...dunque approva questo sterminio.
Forse è un bene...abbiamo osato troppo, e ci siamo spinti troppo oltre.
Nel mio cuore so che nostro padre ci ha lasciato i nostri doni per più motivi:
-permetterci di cadere onorevolmente, con le armi in pugno
-mettere alla prova la determinazione e la forza di questi traditori con la forza più letale della Creazione, noi solari.
Allora perchè esito ad estrarre la più letale delle armi? Non sarebbe forse giusto?
Forse voglio solo morire...dovevamo essere i liberatori della Creazione..e ne siamo divenuti gli aguzzini più feroci.
Andrò dalla mia sposa, Criniera smeraldina, per avere conforto e consiglio. Tra cinque giorni l'alba del polo elementale del Legno mi vedrà uscire dalle maree caotiche del wyld pronto ad agire.
Qualunque sarà la mia decisione non esiterò.






Diaro di Merabah:
Non lo avrei mai creduto possibile..questo tradimento ferisce il mio cuore! I fratelli hanno ucciso i fratelli questa notte...amicizie durate millenni, forgiate in mille sfide sono state infrante in una sola notte di efferato tradimento....
Amori, che illuminavano il cielo, spezzati in un solo colpo di pugnale. Un pugnale che spesso mi aveva protetto e aiutato. Un pugnale che credevo in mano ad una amica. Una sorella. E che invece per seguire le dannate stelle del fato ha ucciso...non riesco neanche a pronunciarne il nome..la amo troppo per rendere il suo nome freddo come una qualsiasi parola scritta...freddo come il suo corpo che ora giace nella sala del banchetto rituale..
Ora tocca a me, come ultimo custode vivente a conoscenza dell'ubicazione del 6° santuario.
Attiverò il guardiano, e gli dirò quali saranno i suoi compiti per il resto dell'eternità.
Saranno ordini adamantini come la cupola che protegge, e saranno bagnati di sangue versato caldo, come il sangue della mia amata.
Poi mi vendicherò, oh sì che mi vendicherò! Affilato Rasoio, Eredei, Mur e Profumo del mare verranno con me. Andremo a Yu-shan a prendere la testa di quel figlio di Yozi di Chejop e di quella puttana che ha ucciso la mia sposa. E poi stermineremo tutti i sangue di drago. Uno per uno, comprese le loro famiglie. Il rogo dei loro corpi annerirà il cielo, si vedrà da ogni angolo della creazione. Questo sacrificio placherà il Sole Invitto, che non permetterà mai più una simile offesa ai suoi figli, che dimostreranno ancora una volta la loro forza.






Dal Diario di Mur:
Spaccherei la faccia ad Esecutore luminoso e a quel pirla di Vello Dorato. Non vuole usare l'arma? E va bene, che se la tenga nel culo per farsela ficcare fino alla gola da quella sua cagna lunare!
Ma non credo ancora al fatto che Esecutore mi abbia minacciato in caso mi avvicini ai comandi della griglia di difesa. Cos'altro dovremmo fare? Attendere speranzosi la fine?
Abbiamo ancora in mano la Creazione, facciamo sapere a quei bastardi stellari che se non deporrano le armi distruggeremo la Creazione. Chi può distruggere una cosa la possiede.






Diario di Xing Ho:
Il tradimento è maggiore di quanto pensassimo, ed esito a scrivere le parole che vorrei confidare almeno a queste mie ultime pagine. Ma se non lascio almeno una traccia non so se qualcuno troverà mai i 6 santuari...6...li credevo talmente assoluti e sicuri che nemmeno adesso riesco a scrivere che ben 2 sono stati trovati e distrutti.
L'armeria della Tigre è esplosa, ne sono certo, come tutti gli altri Guardiani ho ricevuto l'impulso mentale che avvisa della caduta di un Santuario, e da quello che mi ha detto Esecutore Luminoso è proprio la nostra Armeria della Creazione ad essere caduta.
Però sembra sia esplosa, quindi le sue misure di sicurezza avranno annientato tutti i traditori che hanno osato porre mano sulle armi più potenti della Creazione.
Invece il Chiostro Nero è caduto nelle mani del nemico, non c'è altra spiegazione per il segnale interrotto. Gli altri 4, questa Camera inclusa, rimangono intatti a quanto pare.
Se Muro d'onda è vivo starà andando a quello dove risiede quella sua bizzarra creatura.

Lascerò nascosto nel mio seggio il bracciale che segnala l'esistenza dei santuari, cosicchè nuovi Guardiani un giorno possano sorgere e recuperare dalle ceneri del tradimento ciò che spetta a noi solari.




I racconti commuovono alle lacrime Kuma e suo figlio. In quelle pagine c'è il tormento, la speranza, l'arroganza, e tutta la passione dei Solari, viva ancora dopo più di mille anni, con gli stessi paradossi e dilemmi, ma con la stessa ineguagliabile e incontestabile forza.
Nello stesso momento Cielo si infiltra nel palazzo della legione aerea e fingendosi Ghataru ordina ai suoi sottoposti di partire grazie a ordini falsi, ma prima di coordinarsi di persona con gli dei della panoplia cremisi.
In loro assenza assume le loro diverse sembianze passando dai loro sottoposti e dando l'oro ordine immediato di partenza.
Mentre lui fugge dalla zona sul dragone volante di Homura, il palazzo si apre e la Legione aerea inizia la sua lenta e maestosa marcia verso le loro dislocazioni.
Yu-Shan è in subbuglio e si agita, ma se sia per la partenza dela legione aerea o perchè è stato smascherato l'inganno non è dato saperlo piichè i nostri eroi si fiondano in volo dentro un portale ed escono nella creazione al nord, diretti a tutta velocità verso Meru.
Kuma e suo figlio trovano una linea del drago della Spada della Creazione e iniziano a lavorarla, ma solo dopo che Kuma ha preso il bracciale nella sala del Deliberativo per sentire dove si trovino i santuari.
I gflussi di essenza iniziano ad inondarli mentre tutto per un istante è nelle mani e nella mente di Kuma e di suo figlio. Il piano funziona e la Creazione si piega al Crepuscolo, e alla sua volontà, per un microsecondo. Poi tutto inizia a disgregarsi una enorme detonazione di luce ed essenza bianca che annichilisce ogni cosa.
Cielo e Homura, sulla loro navicella vedono la Creazione superarli per l'attrazaione generata dalla detonazione, prima di finire in balia loro stessi della bolla.
Artiglio sta per combattere le armate del wyld, e vedendo ciò che lo aspetta nel wyld getta la canna dicendo: ho fumato troppo mi sa... quando si gira sentendo la detonazione ha solo un istante per porconare prima di venire investito.
Tatanka sta sovrintendendo le perazioni di difesa e vede gli animali delle pianure Linowan fuggire verso Halta, predatori vicino a prede unite dal terrore dell'esplosione.
Dhamok ha appena rimesso piede nella Creazione quando vede l'esplosione. “Li lascio soli e guarda che mi combinano...”
Tutte le creature viventi sentono la loro vita, anima e materia dirigersi verso il centro della Creazione, mentre alcuni tentano inutilmente di fuggire.
Persino le maree del wyld si arrestano e arretrano.
La creazione non esiste più, e gli dei di Yu-Shan possono solo osservare gli Incarna distrarsi dai Giochi divini mentre per la prima volta nei cieli di Yu-Shan non appare alcun incarna.
Semplicità e purezza d'intenti commenta: “Oh no, non ancora una volta.”




Kuma si sveglia in una sala circolare intervallata da colonne. Il luogo è molto simile al suo santuario del Retaggio, ma ad essere completamente nuovo è il suo corpo, identico al suo corpo attuale, ma fatto di carne e ossa, e dalla pelle scura e i capelli neri come alla nascita. Inoltre sente di trovarsi in uno dei santuari solari.
Dietro di lui, su una delle pareti si vedono due persone, un uomo e una donna recanti le insegne degli iselsi fuggire dall'isola benedetta verso Nexus.
Curioso tocca il quadro che sembra liquido al tocco, come nei quadri del castello di Mario64. Si ritrova a Nexus, nel 741 RY, con poteri molto scarsi, come se si fosse appena esaltato. Manda un messaggero infallibile a Homura, ma gli risponde la voce di un bambino incuriosito e spaventato.


Cielo si risveglia in una preziosa ed elaborata serra, dove vede un sangue di drago molto anziano che si cura delle piante assistito da un re dragone della razza raptok. La scena idilliaca viene bruscamente interrotta da un siderale che irrompe ulando e sbraitando sull'usurpazione, accusando il sangue di drago di aver ispirato il leader della fazione bronzo. Subito scopre la presenza del Notte, e inizia ad interrogarlo. Cielo non nasconde nulla e condivide con il siderale tutto ciò che sa.
I due Eccelsi anziani si scambiano un'occhiata di intesa: “E' già successo, l'abbiamo chiamata Era degli anni cadenti, per circa 200 anni la Creazione ha smesso di esistere, ed ogni utilizzatore d'essenza ricorda di essersi trovato in una strana realtà a volte simile a volte no alla Creazione, dove ha compiuto qualcosa di eroico per ripristinare l'integrità della Creazione.”
Cielo ritiene di essere tornato a due giorni dopo l'Usurpazione per liberare le scheggie solari, ma l'impresa è oltre le proprie forze. Quindi svela ai due il ruolo di Cielo senza stelle, la sua precedente reincarnazione, per sperare che questi possano attirarla lì e permettergli di parlarle.
Nel frattempo Hadeon, il siderale della casa della serenità, gli dona un mantelo per passare inosservato, mentre Saibok, il sangue di drago, discute con lui della Prima Era e del ruolo di Chejop, difendendolo a spada tratta.


Homura si risveglia urlando, mentre l'armatura lo schiaccia a terra e le rivettature gli lacerano il corpo. La foresta dove si ritrova è squassata dalle sue grida, e viene presto soccorso, ma quando uno dei sopraggiunti nota l'oricalco lo stordisce con un bastone gridando: “Anathema”
Incubi e momenti di coscienza mentre lo curano si alternano fino a quando non si risveglia davvero trovandosi in un letto, curato con attenzione da un sangue di drago molto affabile e generoso che gli spiega di come si trovi nel Castello dei cinque draghi, ospite del Daymo, e che cerca di stabilire se abbia subito danni permanenti dalla procedura coatta e pericolosa di innesto di artefatti e rivettature che ha subito.
Ad assisterlo c'è anche Ayla di nessuna gente, che sembra una orfanella che fa da apprendista al medico.
Il solo compito di Homura per ora è sopravvivere e riposare, poiché non ha alcun potere, e persino ferite come quelle possono essere fatali per un mortale. Il duro compito che lo aspetta invece è l'arrivo dei magistrati dopo una settimana, che vorranno sapere come mai indossava simili armamenti.


Artiglio si risveglia nel deserto, anch'egli schiacciato dai propri artefatti, sotto il sole rovente, e a sovrastaro c'è una figuar familiare. E' il siderale che aveva difeso lui e gli altri durante il torneo del cielo e della terra.
Questi però non sembra conoscerlo e si limita a svestirlo e curarlo. Artiglio cerca con qualche domanda di capire dove e quando si trovi, e quando il siderale gli fa capire che si trova in un tempo imprecisato dello Shogunato Artiglio cede del tutto e sviene.
Viene svegliato da un sangue di drago in pellegrinaggio verso il polo elementale del fuoco, un guerriero giovane e determinato di nome Azzish. Questi lo soccorre e lo invita a seguirlo, ed Artiglio dopo un breve scambio di battute accetta di buon grado, sebbene il quadro dipinto dall'aspetto fuoco non sia certo invogliante: lo shogun e i suoi daymo prediletti si sono rifugiati sull'isola benedetta, mentre all'est Megilath, un demone, sta invadendo tutta la regione dell'est, incontrastato. Lui e il suo circolo vogliono guidare gli sforzi di resistenza, presso una fortezza costruita alla foce del fiume giallo. Prima però i suoi esperti compagni di circolo lo hanno invitato a compiere questo pellegrinaggio.
Al polo elementale del fuoco Artiglio viene accudito da un vecchieto con ebarba e baffi di fiamma, che lo incoraggia a demoralizzarsi. Se davvero è privo di poteri ed è riuscito a seguire il sangue di drago questo significa che la sua anima e il suo valore compensano bene questa mancanza.
Quando esce riassume le sue forme reali e tutti lo riconoscono come il Drago Cigno.
Anche Azzish ritorna molto più serene dal colloquio con il dragone elementale, e apparetemente, molto più potente.


Dhamok si ritrova in un enorme complesso di palazzi in stile Città Proibita, abitata da figure d'oricalco che lui riconosce come l'armata di Vello Dorato, i custodi dell'Arma.
Scopre di essere apparso pochi minuti dopo l'ultima partenza di Vello Dorato da quel luogo, e dopo aver indagato un po' con questi automi dotati di anima scopre la natura del fenomeno che ha coinvolto la Creazione.
Non è affatto sconvolto, ed invece sembra ansioso di fare qualcosa, e per questo non perde tempo e va ad impadronirsi dell'arma, e per questo viene condotto la palazzo centrale, il cui interno buio lo accoglie.


Kuma incontra i suoi genitori, e svela loro la sua identità, rivelando fatti che solo loro conoscono, e scoprendone altri che completano il mosaico della sua prima infanzia. I suoi genitori erano a conoscenza dei traffici di Festingar, il suo padre adottivo, e volevano denunciarlo, ma questi da allora li ha cercati e ha messo su di loro una taglia. Loro infatti stanno per rifugiarsi a Gran Diramazione, ma prima devono andare nella zona del Bastone di Fuoco per contattare degli amici per vare ulteriori protezioni contro il wyld.
Gli danno appuntamento a Grandiramazione dove lui li incontra e capisce che non ha molti modi di aiutarli, ma può fare qualcosa: avvisare il lunare che nel futuro ucciderà Festingar.
Dopo avergli mandato un messaggero infallibile Kuma scompare e si ritrova nuovamente nella stanza del tempio, e uno dei pannelli riporta la scena della morte di Festingar e l'Esaltazione di Kuma.


Cielo si incontra con Cielo senza stelle, ma il dialogo è privo di sbocchi. La notte del passato è una sbruffona arrogante, tronfia del proprio successo, che non crede alle parole di Cielo sulla grande maledizione, e che intende uccidere Chejop per poi ristabilire l'ordine solare. Cielo prova ad avvisarla della sua imminente morte per mano di Esecutore Luminoso, ma questa sembra sentirsi al sicuro ora che sa chi evitare.
Cielo allora la lascia andare via senza insistere, e decide per un nuovo piano d'azione. Questo dovrebbe essere il periodo della creazione di quel rapporto sulla Grande Maledizione, quindi vuole incontrare i mortali che lo hanno redatto e per questo parte.


Dhamok finalmente ottiene l'arma e il controllo dell'armata dorata ed inizia un lungo periodo di addestramento assieme a loro, sperando di riuscire a comprendere il suo vero potere.


Homura all'inizio viene incalzato piuttosto duramente dai magistrati, ma con una grande astuzia riesce a dare risposte che possano soddisfare i suoi interlocutori senza dover svelare nulla. Quando però una testa calda decide di ucciderlo ugualmente a discapito de disonore che getterebbe sul Daymo, Ayla di nessuna famiglia si para di fronte all'attacco e subisce il secondo respiro del dragone di fuoco.
La cosa per tutti è un segno del cielo, Homura è importante se Hesiesh ha deciso che andasse protetto.
Il daymo, un vero signore nobile e onorevole accoglie Homura e Ayla, che ora pu rinunciare al patronimico “di nessuna famiglia” e in poco tempo Homura si distingue per la sua abilità marziale e tattica, al punto che dopo tre anni Ayla propone al daymo di far risvegliare la sua essenza.
Homura all'inizio è contrario e al suo rifiuto Ayla si rinchiude in sé stessa, limitando i contatti con Homura, che è divenuto il suo sensei nel frattempo, allo stretto professionale.
E' Homura che dopo una certa riflessione la va a cercare per spiegarle tutto, davvero tutto.
Ayla non sembra particolarmente stupita, sapeva che il suo sensei nascondesse qualcosa, e gli confessa che non voleva risvegliare la sua essenza per potersi vantare del suo sensei magico, ma solo perchè così Homura avrebbe vissuto più a lungo, ma che non deve farlo per forza.
“Risvegliare la mia essenza è il modo migliore per aiutare la creazione” è la risposta di Homura, e dopo alcuni mesi viene portato al tempio di Hesiesh, dove un lupo di fuoco gli si tatua su un braccio mentre essenza calda come il fuoco scorre di nuovo nel suo corpo.
L'esperienza colpisce molto l'ex zenith, poiché a quanto pare si trova in una creazione piuttosto pacifica, e tutta questa pace lo sta davvero avvolgendo, aiutandolo a tirare fuori tutto quello che normalmente non può sfogare.


I nostri eroi si trovano in una situazione senza precedenti, ci saranno dei cambiamenti in loro?
I miei Achievements da Narratore:

(ST) Harlgblgrlb: Narra una sessione ubriaco.
(ST) L'incubo di tutti: Crea un nemico abbastanza orrorifico da spaventare i tuoi giocatori, i tuoi personaggi, o entrambi.
(ST) Ooops - Uccidi con un colpo un PG usando un incontro che pensavi fosse bilanciato.
(ST) Dividiamoci, Squadra - Narra una sessione dove il gruppo si divide in almeno 5 entità separate.
User avatar
coranis
Eccelso4
Eccelso4
 
Posts: 3551
Joined: Tue Jun 14, 2005 11:29 am
Location: Gaiarine(Deep wyld), oppure una casupola nelle foreste di Halta. Le Vacanze a Chiaroscuro
Casta: Zenith

Re: 3 fratelli divisi, 5 compagni e cento misteri(Ex Cdi)

Postby coranis » Mon Jul 06, 2009 4:49 pm

La pausa esami purtroppo si sta dilungando, quindi ne approfitto per fare un piccolo riassunto della situazione.

La Creazione è in subbuglio.
I fatati stanno invadendo in tutta la Creazione, e tutta la Creazione cerca di difendersi.

All'Ovest i Principe d'argento ne ha approfittato, e grazie alle sue grandi capacità di combattere il wyld è riuscito a trasformare Corallo in suo protettorato, e sembra stia trattando anche con Wavecrest.

Ad An-Teng il Signore dorato e molti eccelsi celestiali sono scesi in campo, mentre ancora non si hanno notizie di battaglie sostenute dalla Legione Vermiglia, sebbene sia presente nella zona.

Al sud il wyld ha inghiottito gran parte del deserto, isolando le città di Gemma e Paragon, a patto che esistano ancora.
A Harborhead i Cathak hanno costituito una immane linea di difesa che sta sorreggendo, ma per quanto?

Nel sud est la città di Rathess, in mano ai nostri eroi e ora collegata a Denandsor (in mano ad un circolo solare alleato), resiste.

L'est ancora non è stato colpito pesantemente se non a nord est, dove Halta a ha visto sottrarsi gran parte del territorio, nonostante l'intervento del Patto d'Argento.
La città fortezza della Vedova dalla volgata irriverente (la DL creatrice del grande contagio) è svanita, distrutta, non si sa da chi.

Il nord è quasi un ricordo, con il wyld che sta ormai sulle spiagge del mar bianco.

Sull'isola benedetta è iniziata la guerra civile sebbene una alleanza tra Tepet, Cathak e V'neef stia cercando di mantenere l'ordine assieme all'Ordine Immacolato, ma la guerra più spietata è quella segreta tra solo alcune delle case che ne usano altre come maschera. Il gioco del potere è oscuro e mascherato, ma le vittime tra i civili e tra i patrizi e gli stessi sangue di drago si contano già a centinaia.

A Yu-Shan è il caos: molte tra le divinità celesti stanno già reclamando a gran voce la chiusura dei portali, o perlomeno l'intervento della legione aerea, ma gli Incarna si sono trincerati nella cupola e non rispondono esaurientemente limitandosi a dire che non è il caso.
Chejop Kejak ha chiesto a uno dei nostri eroi solari di prepararsi a guidare la Fazione bronzo, ma quello stesso solare ha appena ingannato il ministero delle stagioni per mobilitare la legione aerea.

Ma questo era prima che la Creazione smettesse di esistere a causa di un intervento del crepuscolo del circolo sulla spada della Creazione e si dividesse in un numero imprecisato di bolle di realtà in cui gli eccelsi si ritrovano a dover fare qualcosa.

Cosa succederà al loro ritorno, ammesso che riescano a tornare vivi?
L'inganno del Notte è stato sgamato? Come reagirà il cielo nel vedere il proprio esercito mobilitato con l'inganno?
L'intervento del Crepuscolo verrà scoperto? E se sì come reagirà la Creazione? Durante la prima era un simile evento aveva posto fine ad una situazione critica di guerra tra solari, ma in questo caso? Se la Creazione fosse ora ancora più debole di fronte agli assalti del Wyld?
Prima che tutto questo accadesse i solari avevano trovato un modo per trovare i Santuari solari costruiti dai solari per superare l'Usurpazione, che era stata prevista da alcuni di loro, ma cosa farne ora, che la stessa Creazione potrebbe essere destinata a non riformarsi mai più?

E gli alleati dei solari riusciranno a sopravvivere a questo strano fenomeno? Se si ne saranno cambiati?

E il figlio di Kuma, che era tutt'uno con la Creazione sarà ancora vivo?
I miei Achievements da Narratore:

(ST) Harlgblgrlb: Narra una sessione ubriaco.
(ST) L'incubo di tutti: Crea un nemico abbastanza orrorifico da spaventare i tuoi giocatori, i tuoi personaggi, o entrambi.
(ST) Ooops - Uccidi con un colpo un PG usando un incontro che pensavi fosse bilanciato.
(ST) Dividiamoci, Squadra - Narra una sessione dove il gruppo si divide in almeno 5 entità separate.
User avatar
coranis
Eccelso4
Eccelso4
 
Posts: 3551
Joined: Tue Jun 14, 2005 11:29 am
Location: Gaiarine(Deep wyld), oppure una casupola nelle foreste di Halta. Le Vacanze a Chiaroscuro
Casta: Zenith

Re: 3 fratelli divisi, 5 compagni e cento misteri(Ex Cdi)

Postby coranis » Wed Jul 15, 2009 1:37 pm

Artiglio continua il viaggio verso la fortezza di Delehen, dove i 5 generali dragoni stanno riunendo le ultime forze decise a difendere la soglia dall'avanzata dei demoni. Sembra che a capo di tutti ci sia Megilath, un anathema, che ha saputo conquistarsi alcuni alleati, ma soprattutto ha annichilito ogni resistenza finora.
L'arrivo alla città è impressionante: la città di Delehen è una enorme città sul sito dove dovrebbe trovarsi Lookshy, e non c'è alcuna terra d'ombra nella zona. La città è unita da una triplice fila di mura che sbarra il fiume giallo ad un enorme mastio di pietra, che a sentire Azish è stato edificato in un solo mese da Peng'Hu, il dragone della terra.
Artiglio inizia a conoscere questi generali, il prode e burbero Peng'Hu (un db aspetto terra panzone armato di un tetsubo gigante che gli è valso il titolo di: Colui che impugna la torre) e la giovanissima Dania (Aspetto acqua).
Ma soprattutto ha modo di vedere cosa lo aspetta: l'orizzonte è nero e fulmini verdi salgono dalla terra verso le nubi, come ad alimentare l'oscurità e sfidare il cielo. Immani figure si muovono all'orizzone, e sono visibili nonostante si trovino a due giorni di marcia.
La buona notizia è il coraggio degli uomini, che seppur messo a dura prova resiste saldo. Ognuno degli ufficiali si prodiga per alimentarlo, mentre ogni soldato scaccia la propria paura incoraggiando gli altri in un circolo virtuoso che potrebbe essere l'ultima speranza della Soglia.


Kuma invece si ritrova nuovamente nel santuario dei dipinti, che sono aumentati, rendendo questa la sequenza:

1- I suoi genitori che fuggono dall'isola benedetta

2- I suoi genitori che si rifugiano a Nexus, nel quartiere di Bastone del fuoco, ma le ombre che avvolgono e li riparano sembrano propendere minacciose verso il piccolo Kuma, e persino le ombre delle sue vesti sembrano avvolgrlo in una aura oscura.

3- La morte di festingar

Da lì in poi spuntano nuovi dipinti che riraggono momenti salienti della sua vita: la sua esaltazione, il suo arrivo a Kether rock, la sua iniziazione alla magia, l'arrivo alla magione invisibile, ma la sequenza si interrompe con un quadro che raffigura Kuma fuori dalla magione invisibile che parla con una figura vestita di nero e con una maschera che gli copre il volto.
E' il suo incontro con Maschera degli Inverni.
Ma ad attirarlo è l'apparire di un nuovo quadro prima di quello rappresentante la fuga dei suoi dall'isola benedetta.
Un banchetto spettacolare interrotto da una esplosione d'essenza.
Entra e si ritrova in una stanza riccamente ammobiliata, dalla cui finestra si vedere sfrecciare un cielo notturno.
Scopre ben presto di essere in una pagoda volante, e incontra un solare che sta guidandola. Si tratta di Larquen Quen, un nome noto a Kuma per essere legato a Maschera degli inverni, in quanto è la sua passata reincarnazione, nonchè amico della passata reincarnazione di Kuma.
Sfacciatamente rivela la propria identità e il motivo per il quale si trova lì, e sebbene Muro d'Onda (chiamato da Larquen) sia molto seccato, sembra capire la situaizone, ma le parole diKuma, che rivelano il destino di Larquen dopo la morte, sembrano non intaccare la loro sicurezza.
Kuma prega Larquen di svelargli la sua più grande debolezza, e questi gli confida che senza i suoi compagni non avrebbe mai potuto farcela a salvarsi dall'Usurpazione. Altro non gli viene in mente.
Nella sua mente si affaccia il pensiero di uccidere Larquen e farne santificare immeditamente lo spirito da uno Zenith, in modo da impedire che il suo fantasma venga reso un signore della morte, ma deve avere l'appoggio degli altri solari per riuscirci.

Cielo invece inizia a cercare i creatori della ricerca sulla grande maledizione. Prima di abbandonare l'isola benedetta li cerca nei registri della grande accademia di Meru, e li trova, sono a Sud.
Mentre parte in volo di notte vede che a Meru c'è ancora una grande battaglia in corso e vede una grande aura solare esplodere, per poi svanire nel nulla.
Dopo qualche indagine e interrogatorio nella città delle torri di vetro scopre due cose:
1- anche qualcun altro li sta cercando
2- la ricerca non è ancora stata scritta e nemmeno pensata dai suoi sviluppatori
Incautamente svela ad uno dei ricercatori la piena portata della futura scoperta delle sue ricerche, ma riesce a fargli promettere di mantenerla segreta.
Decide quindi di spacciarsi per un ufficiale segreto del Daymo e creare un piccolo centro di ricerca sulla grande maledizione.
Si ricorda di osservazioni fatte su eccelsi celestiali, e due solari per essere precisi, ma dove potrebbe essere possibile trovare due solari doversi da lui ora che tutti o quasi sono rinchiusi nella prigione di giada?
I miei Achievements da Narratore:

(ST) Harlgblgrlb: Narra una sessione ubriaco.
(ST) L'incubo di tutti: Crea un nemico abbastanza orrorifico da spaventare i tuoi giocatori, i tuoi personaggi, o entrambi.
(ST) Ooops - Uccidi con un colpo un PG usando un incontro che pensavi fosse bilanciato.
(ST) Dividiamoci, Squadra - Narra una sessione dove il gruppo si divide in almeno 5 entità separate.
User avatar
coranis
Eccelso4
Eccelso4
 
Posts: 3551
Joined: Tue Jun 14, 2005 11:29 am
Location: Gaiarine(Deep wyld), oppure una casupola nelle foreste di Halta. Le Vacanze a Chiaroscuro
Casta: Zenith

Re: 3 fratelli divisi, 5 compagni e cento misteri(Ex Cdi)

Postby coranis » Sat May 08, 2010 3:35 pm

Min...a!

Sono indietro, ok:

Tutti i nostri eroi continuano a vivere nei loro piccoli mondi paralleli:

-Kuma affronta un viaggio in una bizzarra zona che sembra esistere dentro di lui, dove affronta l'incarnazione del suo lato oscuro e della mutazione mentale del wyld subita da piccolo. Un guerriero forte e potente che lo sfida per la supremazia e per poter finalmente diventare vivo dopo aver ucciso tutti gli altri alter ego mentali di Kuma. Il crepuscolo però non se la sente di sconfiggerlo,crede di dover qualcosa a quella bizzarra creatura nata nella sua stessa mente e cerca di riplasmare sè stesso dall'interno del proprio corpo e allo stesso tempo riplasmare la creazione com'era prima, con un unica differenza: dare la vita anche a quella sua strana versione.

-Cielo porta avanti il suo piano, trova uno dei due solari al nord un alba tra i camminaghiaccio, un giovane forte e fiero. A biancomuro invece, in un tempio sotterraneo e nascosto del sole invitto trova quella che dovrebbe essere una solare, ed invece è una mortale. Nel dubbio da ordine ai vari membri del tempio di nascondersi in tutto il mondo, continuando a diffondere la parola e la fede nel sole invitto, che un giorno, come lui sa bene, ricomincerà a guardare la creazione e a curarsene.
Da così il via alla nascita di tutte quelle cellule di fede che nei secoli hanno fatto perdurare la fede nei solari anche durante lo shogunato e l'impero.
Il centro di ricerca da lui organizzato è all'ovest dove porta anche la futura solare.
Qui però decide di calcare la mano e spinge dei fatati ad attaccare il luogo dove ella vive, sperando di indurre l'esaltazione.
Tutto ciò che ottiene è pero di portarl ad un passo dalla morte quando la lancia di un fatato la trafigge. Colmo di rabbia stermina i fatati invasori, e solo grazie ad una preghiera invoca una divinità vicina che salva la donna.
Anni dopo tornando sull'isola scopre che la donna si è esaltata durante un nuovo attacco di briganti.
La vittoria ottenuta nel completare il cerchio non è completa però perchè pesa su di lui la colpa e la vergogna.

-Artiglio se la vede brutta invece quando inizia la battaglia. Mortali, sangue di drago e dei possono poco contro le terrificanti armate dei demoni, ed è proprio Artiglio ad accompagnare i 5 generali dragoni contro quello che semra esere il comandante nemico: un akuma solare eclisse che Artiglio ha già visto. Durante lo scontro della fortezza invisibile con l'akuma solare Emac era finito a Malfea con i compagni e lì proprio questo eclisse li aveva rimandati indietro, promettendo loro che si sarebbero rivisti, solo che aveva un corno spezzato e una vistosa cicatrice in mezzo alla faccia.
Questa consapevolezza da nuova forza all'ex solare che si lancia all'attacco. Il nemico scaglia una colonna di tenebra per accecare tutti, tanto che nemmeno le gloriose aure dei 5 generali si riescono avedere. E' alora che il coraggio di Artiglio si rivela in tutta la sua forza.
Dagli abissi del mare interno appare una colonna di luce che cancella quella di tenebre e Artiglio, per un istante è nuovamente forte e possente, mentre la sua aura cancella ogni tenebra.
L'alba non perde tempo e spezza la lama dell'avversario ferendolo al volto e al corno.
Qualcosa sul fondo del mare interno però sembra richiamare a sè quel potere, e Artiglio deve affrontare l'ira dell'Akuma da mero mortale.
Verrà subito vendicato dai 5 generali, che potendo finalmente vedere il nemico gli si scagliano contro, scatenando tutti i loro poteri elementali.

-Homura, suo malgrado assiste al degrado di un era civile e pacfica, quando i fatati iniziano ad attaccare ed il grande contagio miete le sue vittime. Per lui è rivivere un incubo, specie quando è il Daymo che lo ha accolto a morire sotto il peso della malattia, ma non prima di aver fatto promettere ad Homura di proteggere Ayla. Usando tutte le sue conoscenze del passato aiuta Ayla e gli altri a salvarsi nell'isola benedetta, dove Ayla decide di penetrare nel santuario degli anathema ed usarne i poteri.
Sulle sue porte un'iscrizine dice che le parle che conferirono il potere conferiranno l'accesso e quando Homura ripete le parole del Mandato del cielo e tocca la porta questa si apre.
Ma non appena guardano dentro un colpo magico di pura tenebra colpisce Homura, uccidendolo al'istante.




E' Kuma a risvegliarsi, al centro del libro dei tre cerchi, dove vede che mancano alcuni incantesimi, che sembrano bloccati nella creazione. Manda subito gli alleati ad infìdagare e scopre che molti eccelsi erano cristallizzati assieme agli incantesimi nascosti nella Creazione grazie alle opere di Salina.
Non riuscendo a contattare nessuno dei compagni di Circolo decide di provare con gli incantesimi solari scomparsi.
Prima però riceve un messaggero infallibile da parte di Maschera degli inverni, che gli chiede di incontrarsi.
Maschera rivela e ringrazia Kuma di avergli rivelato il futuro nella Prima Era, cosa che gli ha permesso di prepararsi a questo giorno con efficacia. Ha infatti scoperto tutti i puti deboli dei signori della morte, ed è disposto a darli a Kuma (escluso il proprio) in cambio di una promessa: lui non invaderà la Creazione, se la Creazione non invaderà l'inframondo che lui intende conquistare.
Kuma accetta e riparte per la sua ricerca.
A poca distanza da Lookshy, in una piana come tante altre trova i resti sotterrati di un tempietto dedicato ad una tigre da cui scaturiscono 5 draghi elmentali.
Usando la contromagia riesce a lberare Artiglio, che non può che essere commosso nel vedere il tributo riconosciutogli dai suoi alleati riconoscenti: i 5 dragoni immacolati.
Dopo aver liberato Homura (ehm.. non ricordo dove), raggiungono Cielo, nascosto in una città dell'ovest sottomarina, a poca distanza da Luthe, dove esiste un culto e si trova la tomba di quella zenith che Cielo conobbe.
I nostri eroi hanno mille piani, ma sono circondati da troppi nemici, soprattutto ora che il wyld, gli infernali e gli abissali avanzano.
Chejop Kejak in persona manda un invito a tutti gli eccelsi perchè si rechino a Yu-Shan, per un grane consiglio di guerra. I siderali non parteciperanno se non a piccolissimi gruppi.
una volta a Yu-Shan Chejop riconsegna a Cielo la sua ricerca, rivelandogli che nei suoi anni a cascata si trovava con la zenith, che questa amava profondamente Cielo e che lo ha convinto ad aiutare i solari, a dare loro una speranza e l'aiuto dei cieli. Per questo sta usando un potere perduto di Plutone, la perduta vergine del tempo, per bloccare il flusso del tempo nella Creazione per 24 ore. E' quanto hanno gli eroi lunari, solare e siderali per organizzarsi e decidere che fare.
Ed è quello che accade, i vari gruppi geografici organizzano linee di resistenza, piani di battaglia e sembra che la Creazione abbia una possibilità di resistere, ma per quanto?
Salta fuori anche che un gruppo di abissali vuole ribellarsi ai signori della morte e questo gruppo rivoluzionario, chiamato Lame d'ossidiana, trarrà grande profitto dai segreti dei signori della morte, per pianificare 6 divesi assalti ben pianificati ai signori della morte.
(6 perchè una è già morta, Maschera ha venduto ad altri il segreto della Vedova, la cui fortezza è stata distrutta, e Maschera non conta, e in questa campagna i signori della morte sono 8, i canonici).

Tutti stanno per tornare nella Creazione allo scadere delle 24 ore quando la cupola del piacere di giada, casa degli Incarna esplode: dei signori della morte, posseduti dai loro mainati stanno dando battaglia agli Incarna, che non stanno vincendo.
I giochi divini sono spezzati e la cupola in rovina, e nessuno degli eccelsi sembra in grado di fare nulla. Tutta Yu-shan accorre, ma solo per assistere ad una clamorosa sorpresa.
I miei Achievements da Narratore:

(ST) Harlgblgrlb: Narra una sessione ubriaco.
(ST) L'incubo di tutti: Crea un nemico abbastanza orrorifico da spaventare i tuoi giocatori, i tuoi personaggi, o entrambi.
(ST) Ooops - Uccidi con un colpo un PG usando un incontro che pensavi fosse bilanciato.
(ST) Dividiamoci, Squadra - Narra una sessione dove il gruppo si divide in almeno 5 entità separate.
User avatar
coranis
Eccelso4
Eccelso4
 
Posts: 3551
Joined: Tue Jun 14, 2005 11:29 am
Location: Gaiarine(Deep wyld), oppure una casupola nelle foreste di Halta. Le Vacanze a Chiaroscuro
Casta: Zenith

Re: 3 fratelli divisi, 5 compagni e cento misteri(Ex Cdi)

Postby coranis » Sat Jun 05, 2010 1:11 pm

Dal nulla appaiono cinque strani eccelsi apparentemente metallici: sono 5 alchemici, tra i quali spicca agli occhi dei nostri eroi quello fatto d'oricalco, è Rashid, il crepuscolo reincarnazione di Kal Bax, che apre il proprio petto meccanico estraendo un occhio gigante.
Al suo fianco c'è anche il primordiale incontrato da Kuma prima di tornare alla realtà, che afferma di aver rapito il figlio di Kuma epr motivi non meglio specificati.
Infatti porta lì il figlio di Kuma, che Rashid, usando l'occhio di Autochton, inizia a plasmare nuovamente, trasformandolo in una creatura fatta di notte, una notte senza stelle, maschile, enorme, che ride.
Nox, l'incarna fratello delle fanciulle, e da loro ucciso perchè rappresentava il caos avverso al fato, è di nuovo vivo.
E si prende le sue soddisfazioni rendendo gli incarna delle semplici statue, fulcro dell'esaltazione, ma privi di coscienza e capacità di agire.
Tutti gli eccelsi si rendono conto che la Grande Maledizione non ha più presa sui loro cuori.
I mainati e i loro rispettivi portatori vengono banditi e Nox afferma che non farà nulla per ipedire gli eventi che stanno devastando la creazione. Lui aspetterà di vedere che accadrà perchè non ha alcun motivo per prediligere una parte rispetto alle altre: i fatati incarnano il suo caos, i demoni odiano gli incarna responsabili della loro sconfitta, non lui che era fedele ai primordiali, i fantasmi non sono esattamente i suoi preferiti ma vede nella loro ascesa un possibile cambiamento, e la creazione non rappresenta per lui qualcosa di degno di venire difeso semplicemente perchè esiste, quello è il ruolo degli eccelsi, non degli incarna.
Gli eccelsi provano a dialogare con lui, ma senza ottenere nulla, se non la rinascita del figlio di Kuma.

Sconvolti dal cataclisma ulteriore che li sta travolgendo ritornao alla Creazione per iniziare a combattere sul serio.
Cielo va ad investigare la sensazione di familiarità e aiuto che sente provenire dal sud e incontra la sua sposa lunare, ferita gravemente, che rivela di essersi infiltrata a malfea alla fine della prima era, per controllare i demoni.
Il drago d'ebano intende sposare la scarlatta durante la calibrazione, ma altro non si sa.
Si ricongiunge con Kuma e con lui va al Grembo per prendere possesso del supplicante. Kuma si occupa di alcuni demoni durante uno spettacolare duello aereo tra demoni e lui sul carro del sole invitto.
Cielo si infiltra nell'artefatto, ma scopre che la sua azione è troppo lenta per essere utile prima della calibrazione, che avverrà tra 5 giorni.
A sud-est invece Homura e Artiglio stanno combattendo i fatati per cercare di tagliare la loro invasione tra Spine e Caporifugio, ma senza grande successo. Nemmeno l'arrivo di Dhamok con l'intero popolo leone alle sue dipendenze, sembra cambiare il destino.
Homura tenta un nuovo piano sorprendente: convince i fatati che i solari non sono il vero nemico, ormai sconfitti, mentre abissali ed infernali sono i veri nemici del wyld, ancora potenti ed in grado di distruggerli tutti.
L'attacco sociale sembra diffondersi come un incendio nel wyld, dando un momento di respiro nelle zone vicine, ma raggiungerà l'intero wyld solo dopo la conclusione della calibrazione.
Kuma e Cielo vanno sull'isola benedetta per investigare ancora a Meru:
Kuma trova una cittadella classe titano nascosta dai crepuscolo, di nuova concezione, mentre Cielo trova nel tempio dei notte, dopo aver incontrato un bizzarro vecchietto che gli dice di aver visto qualcun altro moversi nella stessa zona.
Il tempio permette solo ai notte di entrare, ma le porte interne richiedono di riconoscere l'essenza di uno specifico eccelso già registrato, e vedendo una porta quasi scardinata Cielo teme l'intervento di un infernale, quindi dopo aver riaperto bene la porta la sistema alla bell'emeglio per non dare accesso ai nemici.
Trova l'archivio segreto di tutti i notte, dove trova molte informazioni su depositi sgereti di armi di eccelsi paranoici, e soprattutto scopre un difetto della magione imperiale: chi è stato armonizzato almeno una volta alla pietra focale può entrare in qualunque incarnazione nel santuario.
Ricordando i racconti di Homura sul suo tempo del tempo a cascata decide di recuperarlo ed infiltrarsi.
Prima però raggiunge Kuma sulla sua nuova cittadela e a bordo di quella attacano il palazzo imperiale, sterminando centinaia di innocenti, cercando di colpire l'imperatrice, che però era assente.
Inoltre rivedono grazie ad un incantesimo che l'imperatrice è tornata, ha sterminato gli oppositori, e poi ha annunciato che la calibrazione avrà luogo una enorme battaglia, che tutti i dinasti devono vincere perchè la ricompensa di questo suo nuovo mandato non sarà la pace, ma la gloria che spetta di diritto al regno.
Qui una flotta di navi volanti guidate da una ammiraglia di un dio li minaccia e invit ad andarsene. Homura sopraggiunge con il suo dragone e con un mega attacco sociale convince gran parte della flotta a seguirli per fare qualcosa di davvero buono per la creazione.

Dopo un ennesimo consiglio Kuma, Cielo e Homura ripartono alla volta del santuario impriale.
Qui utilizzano unity of the closed fist (Divenendo Ho-Ku-Lo...) e poi con gli charm di elusione di Cielo si nascondono e infiltrano tra le truppe che difendono il santuario. Creando un astuto diversivo si infiltrano nel santuario, dove le luci li portano alla camera focale, mentre automi e strani esseri minacicosi non li attaccano pur vedendoli.
Al centro della magione uno spettacolo incredibile, la scarlatta lavora ai controlli, mentre sotto di lei demon e infernali lavorano ad uno strano macchinario fatto di molti nuclei d'essenza elmentale e celestiale sospeso in un pozzo di tenebra senza fine.
Mille uomini fatti di tenebra, identici parlano con demoni e infernali ed iperatrice guidandoli.
Inizia un serratissimo dialogo che sembra scatenare le ire dell'imperatrice quando Hokulo rivela di essere in parte homura, amante di un tempo ormai lontano dell'imperatrice.
Il drago d'ebano invece sembra poco sorpreso del loro arrivo, ma non fa nulla per impedire che lo scontro inizi.
La fusione lancia un Solar cleansing flame, ammazzando i deboli e ferendo i forti, seguito da un banishment al grande pozzo nero che era un demone del terzo cerchio.
Sentendosi più libero di agire usano una combo di lancio contro l'unico infernale rimasto che viene frantumanto dal dardo d'essenza. Quindi è la volta di attaccare l'imperatrice (nonostante le proteste di homura, che però non è la personalità dominante della fusione). Lo scontro è breve perchèe sebbene le difese dell'imperatrice siano eccellenti, la forza della fusione solare è qualcosa che è paragonabile a ben poche forze, se non agli incarna.
Il drago d'ebano si limita ad accarezzare e salutare l'amata svenuta, mentre homura, come uno specchio fa lo stesso richiamandola però, assieme ai guardiani sopraggiunti, al dovere verso al creazione. I guardiani attaccano in massa, ma le difese della fusione permettono ai tre eccelsi di scappare con il ricco bottino dell'imperatrice.
Una volta fuori sarebbero alla mercè delle legioni, ma Kuma attiva il tatuaggio fatto con i suoi compagni ancora a rAthess e porta il quartetto nell'est in un solo istante.
Nel frattempo Dhamok e Artiglio hanno tenuto via artefatti di comunicazione un mega consiglio di guerra con alchemici, popolo della montagna e tutti i generali solari, siderali e lunari.
Il piano è di usare i tunnel del popolo della montagna per infiltrarsi nell'isola benedetta e colpire il santuario imperiali prima della calibrazione e sventare i piani del drago d'ebano.
Nel frattempo altre forze si occuperanno di stringere d'assedio l'isola stessa con flotte marittime e aeree.
Ma ora che l'imperatrice è stata catturata, questo piano, ormai a solo 16 ore dal via, dovrà venire modificato o fermato?
Ormai manca solo un giorno alla calibrazione.
I fatati hanno raggiunto in pù luoghi il mare interno, l'ovest è diviso in due tra non morti e lintha, il nord è tutto in mano ai demoni, all'est sorgono nuove legioni demoniache, mentre al sud il primo e abbandonato leone sembra svanito.
Le lame d'ossidiana, ossia gli abissali ribelli, sono pronti a colpire ogni signore della morte, e sembra che su tutti i piani dell'esistenza si sia vicini al più grande evento mai visto.
I miei Achievements da Narratore:

(ST) Harlgblgrlb: Narra una sessione ubriaco.
(ST) L'incubo di tutti: Crea un nemico abbastanza orrorifico da spaventare i tuoi giocatori, i tuoi personaggi, o entrambi.
(ST) Ooops - Uccidi con un colpo un PG usando un incontro che pensavi fosse bilanciato.
(ST) Dividiamoci, Squadra - Narra una sessione dove il gruppo si divide in almeno 5 entità separate.
User avatar
coranis
Eccelso4
Eccelso4
 
Posts: 3551
Joined: Tue Jun 14, 2005 11:29 am
Location: Gaiarine(Deep wyld), oppure una casupola nelle foreste di Halta. Le Vacanze a Chiaroscuro
Casta: Zenith

Re: 3 fratelli divisi, 5 compagni e cento misteri(Ex Cdi)

Postby Black Razor » Tue Jun 08, 2010 11:56 am

coranis wrote:Prima però raggiunge Kuma sulla sua nuova cittadela e a bordo di quella attacano il palazzo imperiale, sterminando centinaia di innocenti, cercando di colpire l'imperatrice, che però era assente.
Eravamo stati male informati, uffa! E inoltre nessuno è innocente, ci sono solo differenti gradi di colpevolezza! :badgrin:

coranis wrote:Una volta fuori sarebbero alla mercè delle legioni, ma Kuma attiva il tatuaggio fatto con i suoi compagni ancora a rAthess e porta il quartetto nell'est in un solo istante.
Hai dimenticato che abbiamo fatto finta di essere il Leone, con una scena degna di un'Oscar!
ATTENZIONE!
Ogni post che mi parli di quanto schifo fa Exalted sarà trattato come non esistente... non censuro ma ignoro quello che non mi interessa (non vorrei seguire esempi istituzionali)
User avatar
Black Razor
Staff Member
Staff Member
 
Posts: 5709
Joined: Thu Nov 25, 2004 4:57 pm
Location: Venezia o Malfeas, dipende dal giorno

Re: 3 fratelli divisi, 5 compagni e cento misteri(Ex Cdi)

Postby coranis » Wed Jun 09, 2010 2:59 pm

Orco can vero!

Cielo stellato uscendo ha finto di essere un malefico signore della morte cattivissimo, cosa che si è rivelata funzionale per un piano successivo.

I nostri eroi cercano di rientrare a Yu-Shan, ma la città ha chiuso i battenti. Dopo un messaggero infallibile è lo stesso Nox a presentarsi e a vedere chie è che rompe.
I nostri gli affidano l'imperatrice perchè la tenga al sicuro in modo che il drago d'ebano non possa usarla per entrare nella creazione.
Quindi Cielo vola ad An-Teng per reclutare la Ejava alla difesa del regno.
L'idea sembra venire accettata relativamente di buon grado vista la situazione apocalittica (i fatat in molti luoghi sono ormai arrivati sulle coste dellisola benedetta).
Quindi la conduce sull'isola benedetta e con le fattezze dell'imperatrice le affida il comando delle forze militari del regno, dicendo che la Ejava la ha aiutata nel pinao segreto per sconfiggere il primo ed abbandonato leone.
Il fatto che le sue forze non si siano ancora viste sembra supportare la cosa, quindi Cielo parte in un discorso motivazionale che sembra dare a tutti i cittadini del regno una nuova prospettiva sulla Scarlatta.
La rosanera è così libera di riformare l'esercito come meglio crede e disporlo tenendo d'occhio l'aiuto dei celestiali, ma senza doverlo far sapere a nessuno.
Il principe d'argento nel frattempo ha praticamente conquistato l'ovest e punta all'isola benedetta, quindi i nostri eroi pensano di creare un cordone di forze in grado di deviare le sue forse verso sud e nord, ma non verso il centro.
Abalone resisterà incanalandolo verso i Lintha, Luthe si sposterà per fare lo stesso e dall'isola varatjul lo spingeranno verso l'estremo nord, in mano agli infernali.
L'attacco all'isola benedetta dal mare viene annullato, mentre i commando in attesa sotto di essa rimangono in attesa.
Kuma parla con gli alchemici e scopre dello stato di autochton e crede di avere un idea su come aiutarlo, forgiando una sorta di batteria\sveglia per il suo nucleo centrale usando la riserva di PSV trovata al nord.
QUindi si mette con Raksi e altri a plasmarlo nel wyld, e quando è pronto inizia a dirigersi vers Autoctonia.
Homura, Dhamok e Artiglio (la sezione tutto muscoli e combo della squadra) si dedica invece al piano per uccidere i signori della morte.
La maggior parte di loro hanno già dei commando assegnati, ma Homura ha un debito personale con il Principe D'argento.
Quindi si fa consegnare la lama soulforgiata dall'anima di Moray Darktide, l'unico in grado di sconfiggerlo si dice.
Gleila consegna dopo qualche esitazione Lupo caduto del mare tagliente, rivale storico di Moray ed ex alleato di Homura, che ritiene ancora una pedina del Principe d'argento.
Quando però il solare rivela all'antico rivale che per gli abissali c'è speranza, e che lui stesso ha collaborato alla liberazione di una di loro, l'atteggiamento del cavaliere della morte cambia, e quest'ultimo consegna l'arma a Homura visibilmente commosso, speranzoso, pregandolo di ammazzare quel bastardo e rendere lui e tutti gli schiavi del principe d'argento (rivela la vera natura dell'isola 5) finalmente liberi.
I nostri guerrieri possono quindi riunirsi per condurre un massiccio attacco frontale mentre in tutti gli altri piani dell'esistenza tutti si stanno preparando, manca un solo giorno alla calibrazione.
Ad Autochtonia invece Kuma raggiunge il nucleo del paese, e nucleo del rimordiale dormiente.
Qui attiva il suo macchinario e dopo qualche istante di paura (l'intera autochtonia si spegne per pochi, lunghissimi istanti) Autochton si sveglia\resetta\riavvia e si presenta di fronte al solare:
"Benvenuto Kuma Emoth, è da molto che aspettavo qualcuno come te."
I miei Achievements da Narratore:

(ST) Harlgblgrlb: Narra una sessione ubriaco.
(ST) L'incubo di tutti: Crea un nemico abbastanza orrorifico da spaventare i tuoi giocatori, i tuoi personaggi, o entrambi.
(ST) Ooops - Uccidi con un colpo un PG usando un incontro che pensavi fosse bilanciato.
(ST) Dividiamoci, Squadra - Narra una sessione dove il gruppo si divide in almeno 5 entità separate.
User avatar
coranis
Eccelso4
Eccelso4
 
Posts: 3551
Joined: Tue Jun 14, 2005 11:29 am
Location: Gaiarine(Deep wyld), oppure una casupola nelle foreste di Halta. Le Vacanze a Chiaroscuro
Casta: Zenith

Re: 3 fratelli divisi, 5 compagni e cento misteri(Ex Cdi)

Postby coranis » Sat Sep 04, 2010 11:33 am

Eh, mi sono dimenticato l'ultima sessione ma non è successo molto... BWAHAHAHAHAHAH

Kuma continua il suo dialogo con Autochton, con il quae discute dei piani del Drago d'Ebano e scopre alcune cose molto inquietanti: la magione imperiale non ha 1 gemma focale, ma ben 6. Una è la gemma amministratrice, e permette di consegnare le altre gemme sussidiarie (dotate di grandi poteri anch'esse) e legarle ad un padrone.
Il problema è che se la gemma principale è al sicuro\bloccata a Yu-Shan, le altre 5 in mano di chi sono?
E cos'è l'enorme macchinario che stava costruendo il drago d'ebano nella magione imperiale?
Il fatto è che va fermato e vanno scovati i 5 portatori delle gemme sussidiarie.

Homura, Artiglio e Dhamok volano sopra il mare dell'ovest, sorvolando la flotta del Principe D'argento, che sembra la più grande flotta mai vista con una cinquantina di navi della prima era alla testa di un migliaiio di navi. I nostri però puntano a Skullstone dove, dopo un glorioso massacro di fantasmi scoprono che non c'è nulla. Il signore della Morte ha davvero abbandonato ogni sicurezza e viaggia sulla Ammiraglia, alla testa della flotta. Qui viene raggiunto dai solari, e il Principe tenta ancora una volta di condurre Homura dalla sua parte. Se Homura non avesse ritrovato l'imperatrice forse sarebbe andata diversamente, ma il pensiero di salvare la sua amata gli da la forza per resistere alla tentazione del potere e alla testa dei compagni sconfigge le guardie del corpo del Signore della Morte, che ora deve fronteggiare i tre solari più incazzati della Creazione, e che rientrano nella top five dei combattenti solari (1 - Saggezza filiale, loro tre e infine il Toro del Nord).

Cielo invece sente che una strana sensazione, una richiesta d'aiuto formulata da migliaia di voci che implorano il suo aiuto e il suo nome, guidati da una presenza che gli è familiare. Volando a tutta velocità verso la direzione della chiamata si rende conto che non arriverà mai in tempo, ed è allora che concentrando le sue preghiere e quelle a cui sta rispondendo sente la sua energia accrescersi tanto che in pochi istanti riesce a volare da Rathess a Biancomuro.
Qui la situazione è a dir poco critica. La Caduta di Marama si è estesa fino alle mura, in parte cadute nch'esse. Almeno un terzo della città è ridotto in macerie, costellate di aure d'energia necrotica ed elementale che sembrano gravitare nella città attorno alla piazza centrale, dove non esiste più la magione solare, e dove un pilastro di enrgia oscura e mortifera è circondato da auree solari e lunari che si spengono una dopo l'altra.
Quando sopraggiunge l'immagine è tanto epica quanto disperata: una figura magra ma enorme nelle proporzioni, fatta di un'ombra vorticante che sembra risucchiare ogni cosa sta combattendo con un bastone fatto dello stesso materiale contro una zenith, che sta perdendo.
Cielo non perde un attimo e si getta nella mischia. Il signore della morte è ferito ed esausto dopo lo scontro con tutti e 20 gli eccelsi celestiali della città, ma è ancora in grado di uccidere da solo il resto della città e del nord se lasciato libero.
Cielo però ha imparato dai propri scontri passati e porta le sue tecniche più micidiali senza però mai rivelare la propria posizione. Una pioggia di giavellotti inchioda il signore della morte e spezza il terreno, rivelando una fonte di luce nascosta in una grotta sotto lo spiazzo.
Deciso a fare di tutto cielo sfonda il terreno e precipita in una enorme grotta assieme al signore della morte e alla zenith. Qui riconosce la statua dove si riunivano i cultisti ribelli solari incontrati dopo l'Usurpazione, una statua che fa trasalire il signore della morte.
inizia l'ultima fase dello scontro e Cielo riceve un aiuto inaspettato: ogni suo colpo sembra liberare una copia d'essenza della incarnazione della prima era del Vescovo. E ognuna di queste condanna il signore della morte. Quando cielo porta il suo ultimo colpo, nel nome del cielo, nel nome del sole invitto e della creazione sente la sua essenza esplodere e mutare, rendendolo per un singolo istante qualcosa di diverso, di superiore. Il colpo sembra riunire tutte le preghiere che hanno attirato Cielo in questa epica battaglia e il signore della morte viene ucciso.

Cielo viene salutato e ringraziato dalla Zenith, che sembra riconoscerlo, mentre lui sa senza ombra di dubbio a chi fosse appartenuta quella Esaltazione. Può quindi tornare in superficie con lei, osservando le altre aure necrotiche venire finalmente sopraffatte.

Dhamok estrae l'Arma, il daiklave più potente mai forgiato dopo l'Adenweiss, Artiglio prepara le sue pistole riempendole dell'ira che ha sempre riservato ai non morti, mentre gli occhi di Homura lampeggiano di un fuoco solare pari solamente a quello dei suoi tatuaggi sul braccio.
La loro natura di uomini, eccelsi, guerrieri ed eroi è finalmente allineata e armonizzata per lo scontro con il principe d'argento.

Kuma si mette alla testa di 100 alchemici ed esce nella Creazione, pronto, con una armata fatta di tecnologia pura, ad affrontare l'ultimo giorno della Creazione.

Quando Calerà la notte sarà calata sull'ultimo giorno prima della Calibrazione, quando ogni piano sarà svelato, ogni forza consumata.

(E quando questa campagna di 5 anni avrà [forse] una fine!)
I miei Achievements da Narratore:

(ST) Harlgblgrlb: Narra una sessione ubriaco.
(ST) L'incubo di tutti: Crea un nemico abbastanza orrorifico da spaventare i tuoi giocatori, i tuoi personaggi, o entrambi.
(ST) Ooops - Uccidi con un colpo un PG usando un incontro che pensavi fosse bilanciato.
(ST) Dividiamoci, Squadra - Narra una sessione dove il gruppo si divide in almeno 5 entità separate.
User avatar
coranis
Eccelso4
Eccelso4
 
Posts: 3551
Joined: Tue Jun 14, 2005 11:29 am
Location: Gaiarine(Deep wyld), oppure una casupola nelle foreste di Halta. Le Vacanze a Chiaroscuro
Casta: Zenith

Re: 3 fratelli divisi, 5 compagni e cento misteri(Ex Cdi)

Postby coranis » Wed Sep 22, 2010 6:46 pm

Lo scontro con il rpincipe d'argento è furioso, con una sequela di colpi potentissimi che sin infrangono regolarmente sulle difese dei contendenti mentre cielo ed oceano sembrano subire passivamente lo scontro, mutando aspetto, forza ed energia in base a chi domina lo scontro.
Homura arriva addirittura a inclinare al limite del capovolgimento la nave della Prima Era ed è solo lui che dopo molti colpi si arrischia ad attaccare non solo fisicamente, ma anche emotivamente, sfruttando la forza di Moray Darktide e dei suoi compagni, riuscendo finalmente a perforare le difese del Signore della Morte, ferendolo.
E' quindi il turno di Artiglio Illuminato di colpire, scatenando una sequela di colpi che sconquassano le difese del Bodhisattva.
Infine è Dhamok che evoca grazie all'Arma un'armata dorata dal cielo, e con essa attacca in un devastante colpo che mutila l'avversario, mettendolo letteralmente in ginocchio senza gli arti superiori. (55 livelli di danno gente...)
Tutti si aspettano di vederlo capitolare, ma in tutta risposta lui assume una espressione tanto perfetta ed immutabile da esprimere completamente la fissità della morte, e tanto bella e maestosa da divenire lui il fulcro immobile del mondo, glorioso e maestoso nella sua sconfitta da non apparire perdente, ma il solo, unico, inevitabile eroe trionfatore.
Colpito da tanta maestà Homura lo riesce a trafiggere solo dopo averne ammesso il valore come suo maestro e guerriero.
Quando ciò accade è nello stesso momento in cui Cielo Stellato trafigge il Vescovo, e gli altri solari e abissali sconfiggono gli altri signori della morte.
Degna di nota è la comparsa nelle mani di Saggezza Filiale della Adenweiss, mandatagli dalla Stella del Giorno da una figura traslucida, che Nysela cerca di fermare senza molto successo.
Tutti i solari sembrano reagire assieme, come se la loro armonia e unione superasse la natura del sole invitto e usasse la potenza del defunto Incarna come se fosse un mero strumento nelle mani della loro natura mortale.
Nel frattempo Kuma ha altri problemi.
Uscendo da Autochtonia ha deciso di unire la sua cittadella a delle Patropoli e Metropoli Alchemiche, ma quando i lavori stanno finendo il Void si manifesta, assumendo il controllo delle città alchemiche rendendole un enorme costrutto di distruzione con il quale attacca gli alchemici di Kuma, falcidiandoli. Kuma usa la sua cittadella per eliminare il costrutto, ma la guerra tra alchemici corrotti e sani continua ad imperversare.
Viene interrotta solo dall'apparizione di una enorme nave dal wyld, carica di sangue di drago armati fino ai denti di incredibili panoplie e con poteri accresciuti dalla loro potenza del sangue.
La Gens Iza, la Gens di Kuma ha fatto ritorno.
E ha un pacchetto per Kuma, consegnato loro da un uomo durante la lro navigazione del Wyld.
Quando tutti i nostri eroi si sono ritrovati sulla cittadella (ora unita alla nave della Gens Iza e ai resti delle metropoli e patropoli) il pacchetto viene aperto e contiene un Sigillo del sole invitto, che normalmente contiene il permesso a visitare gli Incarna, che però ora sono solo statue.
Invece questo ha una rotta che punta nel profondo Wyld, oltre il polo del fuoco.
Tutti partono e il viaggio (per quanto accelerato dalla manipolazione del wyld di Kuma) è duro, tanto che per un istante sembra che la nave si spezzerà sotto l'azione di fiamme e luci che sembrano superare in potenza persino i poteri di Homura di tenere insieme la nave.
Quando viene superata questa fase i nostri si trovano in uno spazio oscuro dove le costellazioni stanno quasi per completare un cerchio perfetto. All'interno di questo cerchio si stanno invece allineando un satellite argentato e una fonte di luce e maestà ineguagliata: la Stella del Giorno.
Alcuni spiriti animali stanno volando attraverso lo spazio trasportando i lunari sulla Luna, mentre un Treno dorato punta dritto al sole.
I nostri eroi sono stati invitati al santuario del Sole Invitto.
I miei Achievements da Narratore:

(ST) Harlgblgrlb: Narra una sessione ubriaco.
(ST) L'incubo di tutti: Crea un nemico abbastanza orrorifico da spaventare i tuoi giocatori, i tuoi personaggi, o entrambi.
(ST) Ooops - Uccidi con un colpo un PG usando un incontro che pensavi fosse bilanciato.
(ST) Dividiamoci, Squadra - Narra una sessione dove il gruppo si divide in almeno 5 entità separate.
User avatar
coranis
Eccelso4
Eccelso4
 
Posts: 3551
Joined: Tue Jun 14, 2005 11:29 am
Location: Gaiarine(Deep wyld), oppure una casupola nelle foreste di Halta. Le Vacanze a Chiaroscuro
Casta: Zenith

Re: 3 fratelli divisi, 5 compagni e cento misteri(Ex Cdi)

Postby coranis » Mon Oct 25, 2010 10:22 pm

MHHHH non sto più nella pelle, domani grande sessione, e finalmente stasera ho concluso la preparazione di tutto il materiale per le sessioni finali.

Una campagna di 5 anni, 6 giocatori, due edizioni, più di 100 png stattati pienamente e il doppio almeno in parte, sicuramente 50 db, artefatti, mille revisioni degli charm, 7 personaggi protagonisti e 23 pagine di riassunti.
I miei Achievements da Narratore:

(ST) Harlgblgrlb: Narra una sessione ubriaco.
(ST) L'incubo di tutti: Crea un nemico abbastanza orrorifico da spaventare i tuoi giocatori, i tuoi personaggi, o entrambi.
(ST) Ooops - Uccidi con un colpo un PG usando un incontro che pensavi fosse bilanciato.
(ST) Dividiamoci, Squadra - Narra una sessione dove il gruppo si divide in almeno 5 entità separate.
User avatar
coranis
Eccelso4
Eccelso4
 
Posts: 3551
Joined: Tue Jun 14, 2005 11:29 am
Location: Gaiarine(Deep wyld), oppure una casupola nelle foreste di Halta. Le Vacanze a Chiaroscuro
Casta: Zenith

Re: 3 fratelli divisi, 5 compagni e cento misteri(Ex Cdi)

Postby coranis » Wed Oct 27, 2010 9:58 pm

L'arrivo sulla Stella del giorno introduce i solari ad un nuovo livello di maestosità e potere, con la presenza dei Lumina, tutti i solari e abissali fedeli alla causa della Creazione e la regina Merela, o meglio il suo fantasma.
Tutti i solari sperimentano un momento di flashback vedendola, c'è chi ricorda il suo ruolo nella guerra primordiale, chi nei difficili secoli successivi.
La discussione che inizia però vede subito sollevarsi molte voci di protesta, con Cielo che attacca duramente la defunta regina e lo stesso Sole Invitto di ipocrisia e codardia. "Dove eravate quando la Creazione aveva davvero bisogno di voi? Come vi permettete di dirci cosa fare quando voi in migliaia di anni non siete stati capaci di fare quello che noi abbiamo fatto in meno di un anno?"
Niente sembra convincere della bontà delle ragioni della defunta solare nè Cielo nè Kuma, che preferirebbero trovare altre strade allo scontro fisico diretto contro i generali infernali.
Nè però i consigli di Autochton nè le riflessioni dei solari sembrano aprire varchi ad altre soluzioni.
Kuma visita anche il luogo dove il sole invitto forgiò le esaltazioni, e dei pensieri ossessivi lo tormentano, ma senza che lui riesca a trarne un filo conduttore o qualcosa di utile.
Le parole di autochton sulla vera natura della spada della creazione e della magione imperiale e quello che è accaduto durante la sconfitta dei signori della morte continuano a risuonargli in testa senza però risultare in un quadro completo.
Artiglio invece si reca al santuario noto come la Coppa del fuoco bianco, sede dell'Adenweiss, la mitica spada forgiata dal sole invitto e donata agli eccelsi solo nei casi di estremo pericolo per la Creazione.
Qui scopre che in passato ne è stato il portatore, e sempre qui trova la gemma del suo predecessore, che aspetta solo che lui l'afferri per portare nuova gloria ed energia alla causa solare.
Cielo stufo di aspettare sul sole scende sulla creazione, ispeziona l'isola benedetta, scoprendo che i generali stanno aspettando di fronte alla magione imperiale. Gran parte della città imperiale è andata distrutta, e i soldati del Regno si sono riuniti in alcuni palazzi e accampamenti pronti alla resistenza finale.
Quindi cerca di raggiungere la Rosanera, che però è sparita. Assieme a Kuma (sopraggiunto grazie all'incantesimo dell'Alleato fedele) indaga nella sua villa, e qui assiste impotente (grazie all'incantesimo celestiale che permette di vedere nel passato) allo scontro tra la guardia del corpo siderale della Rosanera e una infernale del Drago D'Ebano, che uccide la siderale spezzandole il collo e porta via la Rosanera, sparendo nella notte.
Quindi non rimane che combattere.

Quando l'alba del primo giorno di calibrazione sorge, assieme ad essa la cittadella classe titano, assemblata usando la cittadella di Kuma, la nave della Gens Iza e diverse metropoli e patropoli alchemiche, appare sopra il santuario imperiale e libera tutta la propria potenza, vaporizzando gran parte dell'esercito di demoni ed eccelsi infernali quivi radunatisi. E' poi il turno di tutti i solari, lunari e siderali della Creazione di scendere dalla cittadella per attacare l'esercito di Malfea.
In questo scenario apocalittico i nostri si gettano contro i generali per attuare un piano pericoloso: rubare almeno una delle gemme per fare entrare di corsa Kuma e Cielo all'interno e permettergli di sabotare i piani del drago d'ebano, mentre Artiglio, Homura e Dhamok dovranno sterminare quanto rimane dell'esercito infernale assieme agli altri eccelsi.
Il gruppo avversario è così composto: un infernale di Malfea gigantesco con corna, zoccoli, zanne e un pugno che sembra composto di roccie e fiamme verdi che corrodono la creazione, una infernale di Cecelyne una specie di suora protetta da un lunare che combatte con due falci enormi, un infernale rinchiuso in un torreggiante e micidiale hellstrider, un altro infrenale che sfreccia qua e là senza mai fermarsi, ed un'altra infernale che è quella che Kuma e Cielo hanno visto rapire la Rosanera. Chiudono la formazione due vecchie conoscenze: Loto Ghiacciato e Imhrien Nahihi, i due solari compagni dei nostri eroi e caduti durante l'attacco di un demone. Infine cinque sangue di drago aspetto fuoco aiutano.
Lo scontro appare subito difficile.
Kuma non perde tempo e lancia alcune stregonerie per capire chi siano gli stregoni del gruppo
Homura tenta subito un approccio aggressivo, ma i suoi nemici sono ben difesi, e anche molto aggressivi e subito in molti si gettano su Artiglio che subisce decine e decine di attacchi senza scomporsi. Lui ha già visto una simile battaglia, e ha osato affrontarla senza alcun potere durante l'evento degli anni a cascata: questa non è una situazione disperata per lui, ma un occasione di finalmente pareggiare i conti.
Difatti quando dopo alcuni istanti Dhamok si getta vicino a lui, scavalcando la torma di avversari con un balzo aiutato dal forte Homura, quella cerchia di nemici sembra svanire in una sfera di luce mentre i due guerrieri sfoderano le loro tecniche migliori.
Cielo nel frattempo ha di meglio da fare, e approfitta del lancio di una contromagia da parte della malefactor per attaccare lei e il suo protettore. Le capacità elusive del notte sono talmente grandi che il lunare non riesce nemmeno a scorgere gli attacchi di luce dorata e saettante che schivano lui per trafiggere e ridurre ad un colabrodo la sua protetta, che a malapena riesce a reggersi in piedi sputando sangue.
Homura continua a tentare qualche attacco, ma senza successo, impresa simile a quella di Imrien che pur continuando ad attaccare Kuma non ha alcun successo, mentre questi la vede benissimo e la bersaglia di incantesimi. Mentre il primo viene respinto dalla mente dell'akuma, il secondo va a segno e questa è costretta a combattere per i suoi passati compagni contro le forze demoniache.
Ad attirare l'attenzione di Cielo, mentre Artiglio e Loto si scambiano parole di sfida tra un colpo e l'altro, è però l'eccelsa infernale del drago d'ebano che se ne sta in piedi nel capo di battaglia senza fare nulla.
La cosa gli puzza troppo, e dato che già ritiene il tutto una trappola facente parte del piano del drago d'ebano decide di concentrarsi su di lei, ma il suo attacco è debole, e non impensierisce affatto la ragazza.

E' in corso la più grande battaglia di sempre dopo la guerra Primordiale.
I miei Achievements da Narratore:

(ST) Harlgblgrlb: Narra una sessione ubriaco.
(ST) L'incubo di tutti: Crea un nemico abbastanza orrorifico da spaventare i tuoi giocatori, i tuoi personaggi, o entrambi.
(ST) Ooops - Uccidi con un colpo un PG usando un incontro che pensavi fosse bilanciato.
(ST) Dividiamoci, Squadra - Narra una sessione dove il gruppo si divide in almeno 5 entità separate.
User avatar
coranis
Eccelso4
Eccelso4
 
Posts: 3551
Joined: Tue Jun 14, 2005 11:29 am
Location: Gaiarine(Deep wyld), oppure una casupola nelle foreste di Halta. Le Vacanze a Chiaroscuro
Casta: Zenith

Re: 3 fratelli divisi, 5 compagni e cento misteri(Ex Cdi)

Postby coranis » Wed Nov 03, 2010 2:51 pm

Lo scontro continua, con Dhamok e Artiglio Illuminato circondati di nemici che subiscono e si scambiano miriadi di attacchi senza sosta. I 5 akuma di fuoco, Loto, lo Slayer circondano strettamente i due solari, ma nessuno tra i due schieramenti riesce a dimostrarsi nettamente superiore.
Dall'altra parte del campo invece Kuma nota che la Fiend in realtà è una siderale che si finge tale.
Si rivela una forza inaspettatamente forte Imhrien, che, ora dalla parte di Kuma in virtù di un incantesimo, finge una partecipazione ad un attacco volante dello Scourge che supera con un balzo il gruppo di mischiaioli liberando colpi di fiamma. Quando però questo atterra Imhrien comunica con lui in qualche modo, convincendolo a fermarsi, rendendo così inutili le sue difese. Con un solo attacco che sfrutta le potenzialità dell'Ombra d'ebano Imhrien lo paralizza e uccide in un solo colpo.
Kuma invece decide di livellare il campo di battaglia sterminando le creature delle tenebre con un potente incantesimo solare, che si appresta a lanciare.
La stergaonessa del sud, la Malefactor, attiva una potente combo con la quale cerca di convincere gli altri a combattere Cielo e allo stesso tempo si cura di ogni danno ricevuto.
Cielo e Homura seguono invece la stessa tattica andando ad attaccare la siderale e l'hellstrider con un balzo, per poi ripiombare in mezzo alla nube che circonda Kuma e rende più difficile colpirli.
Prima di questo però Cielo decide di terminare il lavoro e scatena nuovamente la sua combo sulla stregonessa Malefactor, lacerandone il corpo con una slava di giavellotti di luce solare che la riducono a fine sabbia argentata e sangue che vengono spazzati via dal vento.
Il lunare di lei protettore può solo urlare nell'agonia del dolore e della rabbia, stringendo tra le mani la gemma della donna, rimasta come unica traccia della sua esistenza.
Non riuscendo a vedere Cielo decide quindi di gettarsi anche lui nella mischia, senza ottenere nulla peraltro.
Nemmeno Homura però riesce a colpire l'Hellstrider.
Cambia decisamente il ritmo della battaglia quando la siderale si getta in mezzo alla nuvola di Kuma e prova ad attaccare. In qualche modo però Homura riesce a distinguerne i pensieri: “Salvate la Rosanera, è dentro la Magione”.
Kuma quindi le chiede apertamente dalla parte di chi sia schierata: “Dalla parte della Creazione, ma sono legata a seguire gli Yozi per questo combattimento!”
Homura non può rischiare però che Kuma venga ucciso quindi si getta su di lei per attaccarla con una Combo di Eroe solare, però lei redirige elegantemente con un palmo della mano contro Kuma, che ne subisce la forza. Per sua fortuna l'attacco non è tanto potente da ferirlo, ma solo grazie all'anima del Crepuscolo. E' invece una sfortuna per Homura che Kuma abbia attivato il suo più potente incantesimo difensivo solare e quindi lo stesso Zenith subisce una replica esatta dell'attacco.
Lo stesso accade per gli attacchi seguenti, che però non riescono a colpire il Crepuscolo, che così non perde il controllo della stregoneria.
Dhamok e Artiglio si preparano a scatenare un nuovo giro di attacchi, ma prima di questo Dhamok viene colpito da uno dei sangue di drago che lo infetta con una malattia e ne rallenta le azioni, lasciando stupefatto il solare.
Ma questo serve solo a rallentare la dipartita delle creature delle tenebre, perchè Kuma ha completato il proprio incantesimo e rilascia su tutto il campo di battaglia un luminoso globo di energia dorata che ferisce tutte le creature delle tenebre e ne uccide le più deboli per miglia.
I sangue di drago, così feriti, faticano a difendersi dagli attacchi di Artiglio E Dhamok, e i loro Daiklave si aprono ben più di una breccia nei lor corpi fiammeggianti.
Kuma quindi decide di conquistarsi un altro alleato e lancia il suo incantesimo su Loto, che non riesce a difendersi e passa quindi dalla parte dei Solari.
E non perde tempo, perchè mentre gli altri finiscono Imhrien e i Sangue di drago, lui attacca lo Slayer, e sebbene non riesca neppure a colpirlo atterra dopo un balzo con un sorriso sulle labbra che i suoi ex compagni conoscono bene: è convinto di aver già vinto.
L'Hellstrider nemico si apre e il Defiler al suo interno scaglia una contromagia contro la nuvola che proteggeva Kuma e gli altri, permettendo alla siderale di colpire Homura ed infliggergli una ferita.
Subito dopo è Kuma ad attaccarlo con un incantesimo di fiamma, che però non ferisce così duramente. E' Cielo a finirlo (dopo aver ricevuto alcuni moti da Homura) con l'ennesima combo di lancio che in un solo attacco distrugge anche questo nemico, che può solo penzolare dall'Hellstrider, che inizia a muoversi.
Homura invece decide di chiudere la partita con la siderale e le scarica addosso una combo di attacchi. Al terzo attacco le difese della siderale falliscono e questa si trova scaraventata al suolo con la velocità d'impatto di una cometa. L'attacco però si ripercuote sui solari, che riescono a difendersi tranne Kuma, che subisce un contraccolpo pesante, finendo svenuto al suolo.
Dall'altra parte del campo lo Slayer ha attaccato Loto che ha contrattaccato con una presa umiliante, con la quale costringe l'Infernale a subire i colpir di Artiglio e Dhamok.
Il primo gli infligge una tale quantità di danni da aspettarsi di vederlo esplodere, ma in realtà sembra solo averlo contuso, come se la pelle del principe del sole verde fosse impenetrabile.
E' l'Arma impugnata da Dhamok a finirlo con una sfilza di attacchi sacri che concludono definitivamente la storia di quello sventurato, e anche quella di Loto, che sebbene cerchi di difendersi non può evitare di subire un attacco che per poco non lo uccide.
L'effetto dell'incantesimo lo confonde sentendosi attaccato dai propri alleati.

Ora sul campo rimangono solo lui, il lunare akuma e l'Hellstrider, ma Kuma è svenuto, Cielo e Homura praticamente svuotati di ogni forza.
I miei Achievements da Narratore:

(ST) Harlgblgrlb: Narra una sessione ubriaco.
(ST) L'incubo di tutti: Crea un nemico abbastanza orrorifico da spaventare i tuoi giocatori, i tuoi personaggi, o entrambi.
(ST) Ooops - Uccidi con un colpo un PG usando un incontro che pensavi fosse bilanciato.
(ST) Dividiamoci, Squadra - Narra una sessione dove il gruppo si divide in almeno 5 entità separate.
User avatar
coranis
Eccelso4
Eccelso4
 
Posts: 3551
Joined: Tue Jun 14, 2005 11:29 am
Location: Gaiarine(Deep wyld), oppure una casupola nelle foreste di Halta. Le Vacanze a Chiaroscuro
Casta: Zenith

Re: 3 fratelli divisi, 5 compagni e cento misteri(Ex Cdi)

Postby coranis » Wed Nov 10, 2010 4:30 pm

SIIIIII praticamente finita!!!!!!!

Sul campo di battaglia Dhamok deve fronteggiare un Loto spaesato, confuso, convinto di essere dalla parte dei buoni, ma è mosso anche dalla compassione che vuole liberarlo dalla schiavitù che lo uccide.
Simile atteggiamento da parte di Artiglio illuminato, che vede nel lunare un valoroso guerriero plagiato dagli inferi. Lodando il suo attaccamento alla sua protetta e la sua devozione, seppur mal riposta, lo monda di ogni impurità con una accecante sequela di colpi di luce solare.
Homura invece vede nell'Hellstrider una manifestazione fisica dell'orrore evocato dagli Yozi, e quindi inizia a sbatterlo ripetutamente contro la magione imperiale stessa, facendolo a pezzi.
"Se il drago d'ebano è dentro deve aver sentito che bussavo!"
Mentre lui cura Kuma i nostri eroi osservano la battaglia e comprendono diverse cose: tutti gli eccelsi sembrano più forti del solito, e persino i mortali sono tutti tesi ed impegnati al massimo.
Inoltre questa battaglia è completamente diversa dalle altre: qui non ci sono Incarna che aspettano di vedere l'esito o che scendono in campo. L'esito della battaglia è tutto in mano ai mortali.
Saranno gli eccelsi e i non eccelsi a determinare il futuro della Creazione, non l'intervento provvidenziale di una distante divinità superiore.
E' sulla scia di queste riflessioni che si muovono anche le loro nuove strategie: cosa fare ora?
Kuma con degli incantesimi verifica che la fiend è distante, mentre il Drago D'ebano deve essere dentro la magione.
Il che significa che è già libero.
Deve aver voluto questa battaglia, altrimenti farebbe qualcosa per interromperla.
Il che significa che questa immane battaglia fa parte dei suoi piani.
I nostri eroi si trovano davvero incapaci di decidere cosa fare.
Homura vorrebbe prendere il drago d'ebano, portarlo nel mondo dei morti e gettarlo nel Vuoto.
Dhamok vuole sconfiggerlo, ma il sospetto che che il Drago d'ebano abbia previsto tutto lo blocca, tanto che teme che tutta questa indecisione torni a favore del Drago d'Ebano, e che questo sia il suo piano, ma non riesce a sfuggire al brutto presentimento che sente. Nella guerra primordiale il drago d'ebano non è mai sceso in campo, mentre di fronte a loro non si è mai nascosto, e li ha anzi sfidati.
Cielo è altrettanto confuso, specie sapendo che la Rosanera si trova all'interno della magione imperiale.
ma ha anche una idea innovativa, dettata anche dai suoi sensi di colpa in quanto solare. I primordiali dovrebbero essere i creatori e signori del mondo, eppure i solari li hanno usurpati, cadendo poi nello stesso ciclo di crudeltà e arroganza che ha condotto all'Usurpazione.
"Se lasciassimo uscire gli Yozi in cambio di un nuovo patto che impedisca loro di tornare nella Creazione, ma che permetta loro di costruirsene altre nel Wyld?"
Solo Artiglio non ha dubbi e aspetta sempre meno pazientemente l'occasione di far provare il proprio Daiklave al Drago d'ebano.
Sconfitta l'indecisione aprono le porte e fronteggiano il drago d'ebano che esce in forma umanoide.
Cielo lancia una proposta di seria contrattazione: La libertà in cambio della salvezza della Creazione.
Il drago d'ebano è stupito del concreto passo indietro dei solari, ma ormai lui è libero, e non ha bisogno dei suoi fratelli.
Quindi comincia ad elencare tutti i difetti e le ombre dei suoi avversari, colpendoli dove fa più male.
Ma Cielo se ne disinteressa ed entra nella magione imperiale, incontrastato grazie alla gemma del santuario che ha rubato ad uno degli infernali.
Dentro trova la Rosanera, che sembra sia sè stessa sebbene sia stata pestata. Prova per un pò ad azionare la magione, ma senza essersi armonizzato non può fare nulla e l'armonizzazione richiederebbe troppo tempo.
Mentre lui è dentro a fare i tentativi fuori sta per scatenarsi di tutto.
Il drago d'ebano si sta trasformando e all'inizio Dhamok ordina di non attaccarlo, con un sonoro: che cazzo dici??!!! da parte di un nutrito gruppo di eccelsi guidati da Yurgen Kaneko.
Kuma decide di fare un'ultima scoperta e lancia un incantesimo celestiale, che inizia a funzionare in maniera diversa dal solito sotto la luce del sole, e cerca di capire il fulcro del piano del drago d'ebano.
Le visioni vanno dal momento prima fino al limite di 500 anni dell'incantesimo, e quello che vede lo sgomenta: il drago d'ebano ha spesso cabiato piano in base alla situazione della creazione, ma i punti più importanti sono state le esaltazioni dei vari protagonisti della campagna, mentre il più importante in assoluto è stata la liberazione di Semplicità e Purezza di intenti.
Nel frattempo Homura proietta la sua essenza nella zona, incitando i solari ad attaccare con tutta la luce del sole, seguito ed amplificato in intenti ed epicità da Dhamok che invita tutti ad attaccare il solo vero grande nemico di tutto: il drago d'ebano.
Kuma invece non vuole, e cerca con un messaggero infallibile Semplicità e purezza d'intenti.
"Devi dirmi qualcosa prima che la Creazione venga distrutta? Ho visto delle cose che mi hanno turbato,ma vista la tua natura dovresti già sospettarlo."
La risposta arriva dopo pochi secondi: "Lo so Kuma, ma no ti preoccupare, presto nin ci sarà più nulla di cui aver paura."
La risposta, che suona ambigua fa preoccupare il crepuscolo, che inizia a cercarlo con i suoi poteri, vedendolo in aria vicino al drago d'ebano, dematerializzato.
Lo raggiunge, e parlando con lui capisce con un istante di ritardo di troppo cosa sia veramente e quale siano le sue intenzioni.
Homura crea un enorme colpo di energia in cui fa convogliare tutta la forza degli eccelsi, innalzando una sorta di enorme colpo che dalla terra sale verso il Drago d'ebano.
Artiglio con la sua spada frammenta il suolo, liberando l'essenza catturata durante lo scontro dal terreno, che normalmente potrebbe far nascere un dominio, e lo plasma con la sua volontà e determinazione in un enorme simbolo dell'alba che scaglia contro il possente Yozi.
Cielo esce dal santuario imperiale e si toglie ogni armatura. Quindi con il proprio sangue si traccia su corpo i simboli di casta dei vari eccelsi che ha conosciuto, focalizzando nella propria mente ogni suo contatto con loro: le parole, gli urti casuali, le importanti discussioni, gli constri verbali e fisici, i momenti di gloria e maestà e quelli di miseria e disperazione.
Quindi raccoglie la spada di un mortale che ha visto cadere poco prima e si lancia verso l'alto, cerando di raccogliere in sè tutta la natura della Creazione, degli eccelsi e della vita, per colpire il Drago d'Ebano.
Dhamok infine rompe il sigillo dell'Arma, liberandone l'ultimo poter: quello di uccidere un Primordiale e e sue stirpi sacrificando la propria vita. Il cristallo della spada cresce ricoprendogli il braccio fino ad arrivare al cuore, e la sua scheggia esce dal petto fluttuando di fronte a lui, come ad assisterlo in questo ultimo assalto: "Non avrei potuto chiedere una vita e compagni migliori nè come eccelso nè come uomo" e si lancia contro il drago d'ebano.
Cielo e Dhamok stanno spiraleggiando sostenuti dal colpo d'Homura e circondati da quello di Artiglio, diretti al cuore del Drago d'ebano.
Delle parole, l'ultimo lascito di Semplicità e Purezza d'Intenti riecheggiano nel loro cuore:
"Artiglio, non permettere mai a nessuno di dire che sei stupido, tu sei puro e determinato, e sai sempre qual'è la parte giusta in cui schierarsi.
Kuma, loro quattro stanno dando tutto di loro stessi, ma la tua sfida inizierà domani.
Homura, se credi che affrontare uno yozi sia semplice dovrai affrontare una donna, la regina della creazione.
Dhamok, lo sapevo. Lo sapevo.
Cielo, hai svelato finalmente ciò che era rimasto nascosto dalla guerra primordiale fino ad oggi. Ciò che nessun altro è mai riuscito a scoprire: il vero valore degli Eccelsi.
Non gettate le vostre vite, ci sarà bisogno di voi per quello che verrà dopo."
Quindi si materializza fra il Drago d'Ebano e i colpi, determinandone la fine.
Il Drago d'ebano aveva nascosto il suo feticcio accanto al sole invitto, dove sarebbe stato al sicuro, e ne ha fatto uccidere un altro, perchè grazie ai suoi poteri, finchè almeno uno dei suoi seguaci in possesso di uno charm sarebbe esistito, lui non avrebbe mai perso i suoi poteri.
Inoltr contava che una creatura tanto pura non avrebbe mai tradito volontariamente il proprio padrone, eppure Semplicità e purezza di intenti ce l'ha fatta e ha compiuto l'inaspettato.
La Reclamazione è fermata.







Ma ancora ci sono dei problemi. La crociata Baloriana è sulle spiagge dell'Isola Benedetta.
E nell'inframondo Maschera degli inverni sta per compiere qualcosa di irripetibile.
La seguace del Drago d'ebano che i nostri non riuscivano a vedere è di fronte a lui e gli sta consegnando un anello. Il drago d'ebano non esiste più, quindi la sua maledizione è finita, ma il potere dell'anello no.
Maschera degli inverni, ora divenuto il Quintuplice Signore dell' Inframondo grazie all'assorbimento in lui della Tetrarchia, è sull'orlo del Vuoto e con l'anello sta assorbendo il potere e lacerando l'anima dei Mainati (Tra i quali il nuovo mainato nato dalla morte del drago d'ebano) che getta nel vuoto.
Ora il male, la tenebra e la morte assoluta hanno un nuovo terrificante volto. Il signore degli Inferi.
I miei Achievements da Narratore:

(ST) Harlgblgrlb: Narra una sessione ubriaco.
(ST) L'incubo di tutti: Crea un nemico abbastanza orrorifico da spaventare i tuoi giocatori, i tuoi personaggi, o entrambi.
(ST) Ooops - Uccidi con un colpo un PG usando un incontro che pensavi fosse bilanciato.
(ST) Dividiamoci, Squadra - Narra una sessione dove il gruppo si divide in almeno 5 entità separate.
User avatar
coranis
Eccelso4
Eccelso4
 
Posts: 3551
Joined: Tue Jun 14, 2005 11:29 am
Location: Gaiarine(Deep wyld), oppure una casupola nelle foreste di Halta. Le Vacanze a Chiaroscuro
Casta: Zenith

PreviousNext

Return to Voglia di Avventure!

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest

cron