-> Un Click Al Giorno toglie il Banner di Torno <-

La flotta dei 3

Lo spazio dove inserire le vostre gesta!

Moderator: Staff

La flotta dei 3

Postby coranis » Mon Aug 17, 2009 3:01 pm

Coshido, un apprendista scavenger lord delle terre dei fiumi si muove verso Corallo, spinto da alcune tracce che parlando di un Tomo di conoscenza chiamato: Il Codice di Oadenol, e il suo maestro lo indirizza alla volta di Sanson, un'altro scavenger lord che aveva al riguardo numerose informazioni.

Giglio di Fiamma è una dinasta, ma non una dinasta qualsiasi, è la figlia di Gri-Fel, dio della città imperiale, ma ignora chi sia sua madre, e nonostante abbia visitato Yu-Shan diverse volte e sia cresciuta alla corte del padre non ha mai trovato il benchè minimo indizio al riguardo. Il padre ha contratto un debito nei confronti di Nellens Malakai, uno stregone dell'Ettagramma molto dotato, e quando questi affronta all'Ovest un Cavaliere della morte intromessosi con i tributi del Collo, decide di inviare sua figlia per fornirgli aiuto diplomatico e indirettamente protezione divina.

Mailar è un nativo di Corallo, un rude marinaio che lavora su una nave da recupero che si occupa di relitti, incidenti (a volte provocandoli) e anche di tesori sommersi.

Coshido viene ricevuto da Sanson, che rimane piuttosto stupito dalle capacità dell'allievo dell'antico rivale, tanto che lo mette a parte dei suoi più stupefacenti ritrovamenti: un artefatto misterioso in Giada verde e uno strano metallo sconosciuto e un incredibile quantitativo di appunti sull'isola del ritrovamento: Isla Nubar o isola nuvolosa, un'isoletta quasi disabitata tranne che per un piccolo porto di carpentieri e delle rovine misteriose dove spesso appaiono delle scende di gente che balla e poi si ammazza a vicenda.
Quindi si applica allo studio dello geomanzia, ottenendo risultati molto promettenti nel campo della taumaturgia.

Giglio di fiamma incontra i notabili di Corallo e Nellens Malakai, e passa un mese a organizzqare gli eventi del prodigioso sangue di drago in modo che egli sia libero di dedicarsi il più possibile alle proprie ricerche.
Durante le feste stringe particolarmente i rapporti con il Plutocrate Randall, plutocrate dell'Isola Nuvolosa che è molto preoccupato per i Lintha e i Non Morti che infestano le acque dell'ovest, e che è desideroso di sfruttare la conoscenza di una simile dinasta per chiedere maggiore protezione al Regno.

Curiosamente anche Nellens Malakai è curioso nei riguardi dell'isola e chiede di approntare una spedizione segreta a Giglio di Fiamma. Questa viene indirizzata a Sanson dai suoi informatori, e lo stupisce riconoscendo il tipo di artefatto che questi possiede, è una specie di accumulatore, ma non l'ha mai visto fatto in giada verde.
Da lui ottiene i nomi di diversi altri taumaturghi e li recluta tutti, Coshido compreso. Il suo fascino è sufficente a stregarli tutti, ma anche la promessa di conoscenza li attira e li stimola ad eccellere in questa nuova ricerca.
La dinasta però fallisce miserevolmente chiedendo una nave direttamente al'ammiragliato con i soldi di Nellens Malakai, rendendo nota a tutta Corallo l'intenzione del sangue di drago.
Dopo una furiosa strigliata di questi Giglio di Fiamma crea una storia di copertura e un piccolo piano per nascondere la reale direzione del suo capo, che riceverà una tempestiva richiesta di aiuto dall'isola concedendogli una opportunità perfettamente accettabile.

La spedizione parte e l'arrivo della procace Dinasta porta il grezzo Mailar a mostrare il proprio apprezzamento nei suoi confronti in maniera piuttosto letterale, cosa che gli costa due giorni di cella di rigore, mentre il suo carettere impulsivo gliene costa altri due. Coshido, inacapace di trattenersi passa davanti alla sua cella a ridergli in faccia e sfotterlo.
Quando Mailar esce cerca la rissa, ma riesce a trattenersi in fondo, mentre il Capitano gli prospetta un giro di chiglia in caso faccia qualcos'altro di sconveniente.
Sull'isola la sera dell'arrivo i taumaturghi e la dinasta sono invitati alla villa del Plutocrate, mentre l'equipaggio della nave riceve due porchette e birra a volontà.
Durante la cena i discorsi variano: Corallo e Skullstone però e uno degli argomenti che interessa di più la dinasta, che crede di scoprire in uno dei commensali un sostenitore segreto dell'oscuro arcipelago.
I toni sono molto più intimi invece quando Sanson nota con piacere la similitudine delle vite di Coshido e Giglio di Fiamma: uno di umili origini, mentre l'altra è figlia di un dio, eppure tutti e due desiderosi di affrancarsi dalla loro semplice nascita e ocn il desiderio di farsi un nome.
"Siamo qui su quest'isola, è evidente che siamo legati e collegati in qualche modo." sottolinea con una misteriosa sicurezza Coshido.

Durante la notte sia Giglio di Fiamma che Coshido fanno strani sogni: sognano una coppia che balla e l'uomo conclude il ballo sgozzando la donna. Quello di Coshido però continua e oltre a mostrare delle rovine come alla dinasta mostra l'interno delle rovine, dove l'uomo apre la seconda di 5 porte, gettandosi in una oscurità che getta nel panico lo scavenger lord, facendolo svegliare tra grida isteriche e la pipì addosso.
L'intera villa, spaventata, accorre e i due hanno modo di confrontarsi su quei sogni. Il Plutocrate sembra poco sorpreso e ricorda a tutti: "Anche se chiamamo quest'epoca dei dolori, non dovremmo scordare che possiamo sempre assistere a dei prodigi come questo."

Il mattino dopo partono per la zona delle rovine, a sei ore di navigazione, e dopo un pò di marcia che quasi uccide il debole studioso, arrivano alla zona delle rovine, che è perennemente coperta dalle nuvole, che sono tanto basse da fare una nebbia.
La zona è coperta di monoliti formati da blocchi scolpiti in antico reame che rappresnetano aforismi spirituali. Alcuni sembrano sbagliati e a sorpresa di tutti è proprio Mailar a comprendere il loro vero significato, sorprendendo tutti con un acume insospettato, una conoscenza dell'antico reame ignorata persino dai suoi stessi compagni e una forza sufficente a sollevare blocchi di pietra.
La nebbia però rende inquieti tutti, e Coshido nota delle presenze più concrete ai loro fianchi, ma gli altri taumaturghi lo deridono come se fosse un novellino spaventato.
E' di nuovo Mailar ad intervenire, incoraggiando tutti con le sue spacconate marinaresche.
Nelle rovine trovano un curioso edificio a piramide, che è quello apparso nel sogno notturno.
Fuori, Mailar trova tracce di quello che è stato visto nel sogno, più il passaggio di molte persone, mentre Nak-Tu, l'esorcista del gruppo dopo un'ora di rituali occulti afferma che la zona è carica di odio, ma nnon ci sono fantasmi.
Coshido identifica due linee del drago nella zona, che si incrociano a poca distanza dalla struttura principale. Una terza linea del drago a ore di camino traccia ocn le prime due un triangolo, che sembra coincidere con le zone meglio conservate delle rovine.
AAll'interno trovano 5 pannelli, ognuno reca inscritto un capitolo della storia di Brigida, ma i presenti, conoscendo solamente la versione di Mela sono piuttosto stupiti e confusi, mentre Osme, l'incantatore riconosce la divinità dell'ultimo pannello come una divinità degli anathema e insiste perchèe le rovine vengano consegnate all'ordine immacolato e alla distruzione.
Giglio di fiamma provvede a sedare gli animi, e ordina di recarsi al secondo gruppo di rovine dopo aver constatato che nessuno dei pannelli, che Coshido aveva visto aprirsi nel sogno, si muove e che sono appoggiati direttamente alla parete e che non possono condurre da nessuna parte.
Sanson dice che esiste qualcosa d magico in essi, ma questo infiamma nuovamente Osme, che non vuole trafficare con materiale proibito.
Il secondo gruppo di rovine è molto meglio conservato e solo un pilastro era sbagliato. Qui gli aforismi non riguardano l'evoluzione spirituale, ma la crescita come guida delle persone, e i 5 pannelli della piccola piramide sembrano ritrarre una storia molto diversa, sebbene abbiano anch'essi per protagonista una donna.
E' la storia della Regina Merela, ma ovviamente i nostri eroi non possono saperlo, sebbene Coshido identifichi la donna come una regina anathema, di cui sono rimaste alcune tracce, una possente regina il cui potere guidava l'intera creazione. Desideroso di non scatenare un ennesimo putiferio tiene per sè le informazioni.
Essendo calata la notte Giglio di fiamma ordina di raggiungere nuovamente la barca per passare lì la notte.
Tutti e tre i nostri eroi sentono un richiamo verso l'isola durante la notte, e per Mailar e Giglio è talmente forte da portarli ad alzarsi presto e organizzare al volo una nuova spedizione riservata solo a loro 3, 5 guardie e due marinai.
Giglio e Mailar iniziano a beccarsi aspramente, la confidenza concesssa dalla dinasta ha annichilito ogni volontà di rispetto del marinaio, che ora rischia molto e solo l'intervento di Coshido riesce a placare i due.
Dopo altre infruttuose ricerche il gruppo raggiunge il terzo gruppo di rovine, che sembra deicato alla guerra, e alla crescita del generale perfetto.
Mailar decide di fermarsi qui, ma sembra quasi impazzie, dato che inizia ad intimare ale rovine di parlargli.
Gli altri però sembrano comprendere piuttosto bene la sua follia, e difatti ognuno si reca nel santuario ad esso più congeniale.

Coshido inizia a sistemare con gli uomini a lui assegnati i pilastri e scopre che gli aforismi per disposizione e contenuto tracciano una spirale attraverso 3 cerchi: il primo è molto blando e generico e si conclude con un rituale di risveglio dell'essenza per i mortali, il secondo tratta della manipolazione dell'essenza della comprensione della magia negli eccelsi, mentre il terzo parla di una apertura alle forze celesti che è semplicemente impensabile per un mortale talmente pregna di potere da poterle manipolare.
Si isola all'interno del santuario, mentre il tramonto cala sulle rovine, colorando di rosso la nebbia fitta del'isola.
Meditando, inebriato dalle proprie scoperte sente cambiare la percezione dei dintorni, come se percorrendo il percorso avesse iniziato un percorso completamente inatteso.
I panneli iniziano a brillare di luce propria e il ricercatore si approccia a tutti, iniziando dal primo:
-meditando sulla propria istruzione tanto faticosa quanto disvelante la porta svanisce di fronte a lui.
-meditando su come non abbia mai esitato a cercare dei maestri comprende quanto abbia da imparare e la seconda porta svanisce come la prima.
-meditando sullle sue peregrinazioni nell'Est e sul viaggio che l'ha condotto fino al lontano Ovest, ma soprattutto sull'ultimo viaggio attorno al santuario il concetto di cambiamento inizia a radicarsi in lui e anche questa porta svanisce.
-meditando sulla sua paura dell'ignoto, la sua inquetudine della nebbia e dei misteriosi inseguitori comprende che il suo desiderio e la sua paura coincidono: l'ignoto. Ma come il modo migliore per sconfiggere una paura è abbracciarla, così il modo migliore per sconfiggere l'ignoto non è tenerlo a distanza, ma renderlo noto, e anche la penultima porta svanisce.
-meditando sulla quinta porta capisce che è disposto a fare qualsiasi cosa per continuare sulla strada, e che ogni passo segue il successivo. Si sente morire, sente un vuoto incredibile scavarsi nella sua anima, ma non ne è schiavo, è lui, un vuoto inimmaginabile che vuole saziarsi, poichè ora come ora non è completo.
Solo quando l'essenza scorre dentro di lui investendo la sua mente di nuova comprensione inizia a sentirsi meglio, decisamente meglio comprendendo la struttura dei pilastri in un modo che non era possibile prima.
Non è una questione di destino, non è stato un raggiungimento o una ricompensa, ma solo un passo logico, naturale e stupendo del suo cammino, che ora ha preso una nuova via.

Coshido della Casta Crepuscolo.


Giglio di Fiamma chiede di essere lasciata sola nel santuario e lì medita sui pannelli, cercando di sentirli come propri. Eppure sente che c'è qualcosa di sbagliato e nota per la prima volta che nei pannelli c'è una figura in secondo piano, in una posa un pò innaturale, forzata, che mima un glifo dell'antico reame.
Letti da sinistra verso destra non significano nulla, ma al contrario dicono: La verità è il falso visto sottosopra.
Inizia allora a guardare i pannelli al contrario. Un uomo dalla veste in maniche ampie sembra nascondere la regina, negandole la sua vera gloria con la sua semplice presenza. Ovviamnte rivede il rapporto con il padre in questo.
I pannelli successivi parlano di lotte, di riunioni, ma è l'ultio\primo a stupirla una regina che leva le mani al cielo verso al corona.
La dinasta non riesce a far alto che a pensare che sia tutto affidato agli dei, con un pesante senso di ineluttabilità, che però viene scosso da rumori di lotta all'esterno.
Quando esce dei fatati stanno lottando contro le sue guardie.
Il fatato la insulta, e la dinasta cerca di sconfiggere la paura rispondendo a tono, ma quando il fatato uccide con un colpo le sue guardie e minaccia lei, questa usa le parole per rivoltargli contro i suoi stessi discorsi, e sebbene si renda conto della debolezza delle proprie argomentazioni sente le parole acquisire una forza nuova che deriva da un potere più ampio, e per la prima volta capisce che la regina sul pannello non innalzava le mani verso una corona, ma verso il sole.
E quello stesso sole ora brilla sulla sua fronte, proteggendola dal fatato.
Giglio cerca di strapparlgi anche qualche informazione, ma il fatato ora la vede come un pericolo e quindi la ignora dopo poco.

Giglio di fiamma, della Casta Eclisse.


Mailar è nel suo santuario che gira come un leone in gabbia finchè non cala la notte.
Solo allora sente dei rumori da fuori.
E' un catafratto, riccament vestito che lo sifda. I due si sfidano a parole, e il fatato apprezza al punto la cosa da offrirgli un posto tra le sue navi. Ovviamente l'orgoglioso marinaio afro (si ha i capelli afro) rifiuta e lo attacca, e il fatato lo respinge spingendogli la fronte con la parte spuntata della lancia.
Prima che possa riprovarci gli punta la lancia alla gola e gli dice: "Tu sei solo un mortale: io sono nato da un sogno di gloria e significa che ho i mezzi e le capacità perchè non sia solo ambizione, ma realizzazione."
"Tu sei gloria passata, io sono la gloria futura!" e mentre lo dice il suo corpo esplode di energia argentata che illumina la notte mentre diventa enorme, munito di zoccoli, corna d'avorio e una coda palmata grande e grossa.

Mailar della Casta Luna piena.
I miei Achievements da Narratore:

(ST) Harlgblgrlb: Narra una sessione ubriaco.
(ST) L'incubo di tutti: Crea un nemico abbastanza orrorifico da spaventare i tuoi giocatori, i tuoi personaggi, o entrambi.
(ST) Ooops - Uccidi con un colpo un PG usando un incontro che pensavi fosse bilanciato.
(ST) Dividiamoci, Squadra - Narra una sessione dove il gruppo si divide in almeno 5 entità separate.
User avatar
coranis
Eccelso4
Eccelso4
 
Posts: 3551
Joined: Tue Jun 14, 2005 11:29 am
Location: Gaiarine(Deep wyld), oppure una casupola nelle foreste di Halta. Le Vacanze a Chiaroscuro
Casta: Zenith

Re: La flotta dei 3

Postby coranis » Fri Aug 21, 2009 1:14 pm

Coshido viene interrotto nel godersi l'espandersi della sua mente dai passi dei due pirati che lo scortavano.
Hanno estratto i pugnali e si dirigono minacciosamente verso di lui.
Al neoesaltato crepuscolo non rimane che estrarre il proprio bastone è difendersi.
Il primo scambio di colpi è impari, il pirata non si avvicina nemmeno a costituire una minaccia per il solare che attiva Lama della fanciulla delle battaglie e innalza i suoi attacchi e le sue difese ad un livello superiore.
Il secondo pirata tempesta di affondi l'eccelso, ottenendo solamente di sventagliare l'aria.
Il primo pirata tenta di coordinare le loro azioni, ma finisce per spaventare a morte entrambi (doppio botch.. Ouch..)
Deciso a non lasciarli scappare perchè non rivelino la sua nuova natura prontamente Coshido li prende entrambi in presa e li strozza.
Quindi si rimette ad esaminare i pannelli riuscendo ad aprire il secondo pannello, dove una passerella circondata da anelli rotanti continua per qualche metro prima di interrompersi, rotta.
Il crepuscolo ovviamente si mette a studiarla.

Giglio di fiamma prende un mantello da una delle guardie morte e torna dentro per esaminare il santuario, e la sua aura manifesta sui pannelli una grande quantità di rune in antico reame che è piena di massime e aforismi sapienzali sulla guida di un regno, sulle organizzazioni burocratiche, etc..
Quindi si mette in viaggio per raggiungere Coshido.
I due morti nella stanza principale e il fatto che sia riuscito ad aprire il pannello porta l'eclisse a indagare e a scoprire che anche il suo compagno di avventura è cambiato.
Quindi si mette a dormire e lascia il compagno studiare, nonostante sapesse che altre squadre di fatati sono in circolo.

Mailar inizia il combattimento e senza perdere tempo afferra e solleva verso la luna il fatato suo avversario ed inizia a piegarlo tra e sue possenti braccia e le corna. In pochi secondi l'armatura del fatato inizia a schegiarsi, ad esplodere, ed infine lo stesso fatato rimane tra le sue braccia come uno straccio grondante ambra.
Solo allora appare da dietro uno dei pilastri una donna seminuda con due pugnali lunghi e affilati.
"Vedo due cose mie di fronte a me" dice "Ma solo una è una preda".
Mailar getta a terra il fatato e Luna lo inizia a squartare, mentre il fatato sembra diventare molte prede che l'incarna continua a sventrare con gusto e perizia. Nella sua ultima metamorfosi la preda diviene un alce di mare, a cui Luna apre a mani nude la cassa toracica.
Con il cuore grondante sangue in mano si avvicina al lunare e glielo porge perchè lo possa mordere, mentre lei fa lo stesso. Il pasto diventa un bacio pieno di calore, mentre il bacio e l'abbraccio diventano un violento e furioso amplesso che non risparmia l'integrità fisica delle colonne del santuario tanta è la foga degli amanti.
Prima di svanire Luna da un ultimo avvertimento al suo amato: "Sei uno dei pochi Luna Piena al quale io abbia dato come totem un animale che non è un predatore. Cogli la sottigliezza della tua natura e avrai compreso come mai io voglia da te che tu diventi un vero predatore, il migliore."
Mailar quindi sente altro riempirgli il cuore: un sntimento di legame e amore che esplode in una serie di immagini: una donna bella, saggia, ma insicura e debole in confronto ai suoi fratelli solari che lo guarda con aria sognante e amorevole.
Ed è sull'isola, quindi si lancia a perdifiato alla sua ricerca, giungendo al santuario di Coshido.
Qui vede Coshido studiare, Giglio dormire e i suoi due compagni morti.
All'inizio gli pare tutto normale, finchè, non riuscendo a capire chi dei due sia la persona che cerca si permette di pensare qualche secondo e parlando con gli altri ha finalmente il tempo di capire che è divenuto un anathema. La sua vita come l'ha sempre conosciuta e pensata è finita, e la cosa lo riempe di sgomento.
Giglio di fiamma propone di tornare sulla nave, nascondendo la propria natura, e gli altri accettano.
Mailar prepara un travois e con quello porta i cadaveri dei due marinai con loro.
A metà strada incontrano Sanson, Nak-Tu e altri marinai che erano alla loro ricerca.
Già qui la storia di copertura di Giglio di fiamma scricchiola, specie quando i taumaturghi collegano l'apparizione dell'iconica dell'eclisse (un giglio fiammeggiante) al nome della ragazza.
In qualche modo però riescono a mettere a tacere le voci e si dirigono alla nave.
A bordo vengono ancora accusati di imprudenza e nuove voci iniziano a circolare, ma il tutto viene interrotto da un assalto di fatati, compreso quello che aveva incontrato Giglio.
Il fatato spinge gli hobgoblin a simulare l'attacco, in modo che i marinai reagiscano e distruggano la tregua, ma Giglio e Mailar intervengono entrambi per fermare i marinai e riescono nell'intento, tanto che partono portando con sè i fatati.
Allora però appare una nuvola sormontata da un piccolo falò, che balza dala nuvola e si scaglia contro il fatato di fronte a Giglio, trapassandolo con una lunga lancia in giada rossa.

Nellens Malakai è arrivato, e ha rotto la tregua con i fatati concessa dalla presenza dell'Eclisse.
I miei Achievements da Narratore:

(ST) Harlgblgrlb: Narra una sessione ubriaco.
(ST) L'incubo di tutti: Crea un nemico abbastanza orrorifico da spaventare i tuoi giocatori, i tuoi personaggi, o entrambi.
(ST) Ooops - Uccidi con un colpo un PG usando un incontro che pensavi fosse bilanciato.
(ST) Dividiamoci, Squadra - Narra una sessione dove il gruppo si divide in almeno 5 entità separate.
User avatar
coranis
Eccelso4
Eccelso4
 
Posts: 3551
Joined: Tue Jun 14, 2005 11:29 am
Location: Gaiarine(Deep wyld), oppure una casupola nelle foreste di Halta. Le Vacanze a Chiaroscuro
Casta: Zenith

Re: La flotta dei 3

Postby coranis » Mon Aug 31, 2009 10:37 am

Il combattimento permette ai nostri eroi di mostrare la loro forza ed audacia:
Tenendosi tutti ai margini dell'aura del dinasta costringono invece i 5 fatati ad entrarvi, provocando loro una notevole quantità di danni.
Mailar si trasforma e gridando la sua rabbia agli hobgoblin li fa fuggire fuoribordo, donando ai Siaka che nuotano attorno alla nave un lauto e facile banchetto.
Coshido continua a roteare il suo bastone e afferrare gli avversari in micidiali prese mentre Giglio di Fiamma continua a sfuggire ai colpi nemici per allontanarsi e scoccare frecce dal suo arco.
Mailar dimostra invece tutta la sua possanza afferrando un fatato per le caviglie sbattendolo contro l'albero maestro e poi usandolo come proiettile contro un altro fatato.
Non pago di ciò afferra uno dei remi e dopo averlo infiammato nell'aura del sangue di drago lo usa per spazzare il ponte.
Anche Malakai non è da meno e con la sua lancia miete vittime fatate.
L'ultimo fatato prova a scappare, ma Mailar lancia il suo remo infuocato e lo prende in pieno.
L'atmosfera sulla nave è calda e tesa.
La nave non sembra subire danni per l'aura del dinasta, ma ora questi non sa bene cosa fare. Qual'è la minaccia più grande: i 3 anathema che lo hanno aiutato o la nave fatata?
Con poche parole il dubbio è dissolto, e i 4 si mettono sul parapetto pronti ad affrontare la nave (che scena alla One Piece, sono sicuro che non sarà la prima...) e Malakai evoca una sua immagine infuocata per intimidire i fatati, che però sembrano resistere.
Prima che il nuovo scontro abbia inizio un grido squarcia il cielo, e Giglio di fiamma Malakai e i fatati sono a terra tenendosi le orecchie.
Un gabbiamo sta urlando e dopo essersi trasformato in un uomo gabbiano dotato di arco ha iniziato a bersagliare i fatatai. Un enorme uomo granchio è uscito dall'acqua e dopo aver spezzato l'albero nemico lo ha usato come mazza per mutilare la nave e i suoi occupanti.
Un'enorme balena emerge a fianco la nave dei nostri protagonisti e con uno spruzzo d'acqua scaglia Malakai lontano.
"Presto, entrate nella mia bocca" e nessuno sembra pensarci su due volte.
Solo una volta dentro Coshido e Mailar si accorgono che Giglio di Fiamma non è saltata con loro, ma ormai è tardi, la balena si è già immersa e sembra non voler sentire ragioni.
Quando la balena si ferma è dentro una grotta sommersa, illuminata da inflorescenze luminescenti.
I lunari si presentano ai nostri protagonisti e li conducono attraverso la grotta Coshido nota come sembra sia stata scavata non con strumenti artificiali, e la cosa lo colpisce molto, per scavare così tanto la roccia e in modo così armonico servirebbe una creatura molto forte e molto tempo. Le stesse alghe luminose sembrano seguire strane trame sulla roccia, creando una decorazione che gli è oscura.
Ad un certo punto la roccia lascia lo spazio ad una vena di cristallo, che da grezzo quanto la roccia diviene via via lavorato, prima opaco e poi lucido, permettendo di osservare lo spettacolo esterno.
I nostri sono sul ciglio di un abisso oceanico, e sulle pareti dell'abisso sono colpite, in foggia molto particolare, strane strutture, che ospitano una immane moltitudine di esseri viventi.
Pesci, squali, branchi di plancton, mutati dal wyld, pelagotropi, popolo dell'acqua, ogni specie dell'ovest sembra avere una nutrita rappresentanza. E tutti sembrano muoversi in armonia con gli altri.
La vista eccelsa di Coshido gli permette di vedere sul fondo dell'abisso la punta di 5 pilastri che sembrano scendere fino al fondo oscuro della zona.
"Siate i benvenuti a Oneunia."
I miei Achievements da Narratore:

(ST) Harlgblgrlb: Narra una sessione ubriaco.
(ST) L'incubo di tutti: Crea un nemico abbastanza orrorifico da spaventare i tuoi giocatori, i tuoi personaggi, o entrambi.
(ST) Ooops - Uccidi con un colpo un PG usando un incontro che pensavi fosse bilanciato.
(ST) Dividiamoci, Squadra - Narra una sessione dove il gruppo si divide in almeno 5 entità separate.
User avatar
coranis
Eccelso4
Eccelso4
 
Posts: 3551
Joined: Tue Jun 14, 2005 11:29 am
Location: Gaiarine(Deep wyld), oppure una casupola nelle foreste di Halta. Le Vacanze a Chiaroscuro
Casta: Zenith

Re: La flotta dei 3

Postby coranis » Mon Sep 07, 2009 10:43 pm

Condotti sul fondale dell'abisso trovano avvolto ai 5 pilastri un immane polipo coperto di tatuaggi d'argento che li saluta con appellativi nuovi per i due: Ragno di Rame e Amato da Luna.
Il lunare svela ai due eroi la vera storia della Prima Era come lui l'ha vissuta, e inizia ad indirizzare i giovani eroi al loro destino.
I due sembrano sconvolti e stupiti sia dalla natura e stazza del loro interlocutore, sia dalla portata delle sue parole, disorientante, ma le domande del lunare lo sono ancora di più:
"Cosa desiderate davvero?"
Mailar sembra stupito dal suo stesso desiderio, uccidere i Lintha, perchè lo ritiene troppo grande, ma il lunare gli ricorda che anche lui è più grande ora.
Il potere è invece il desiderio di Coshido, che però lo indirizza sul bisogno di fermare i non morti, che percepisce come una minaccia da debellare.
Il grande lunare annuncia l'inizio delle prove per Mailar, e Coshido chiede di poter cimentarsi anche lui in queste prove.
Il mattino seguente una lunare anemone di mare spiega loro che Coshido potrà cimentarsi, ma non farà mai parte del Patto D'argento, tuttalpiù se se ne dimostrerà degno sarà un amico riconosciuto dei lunari.
Le prove saranno somministrate da una solare, una crepuscolo amica del signore di Oneunia.
I nostri arrivano sull'isola della Crepuscolo grazie ad una nave volante evocata dalla lunare, e sbarcano sulla costa di un vulcano circondato da una piccola giungla e una magnifica spiaggia.
Sulla spiaggia trovano una casupola abitata da un vecchietto che li invita a cena, mostrando di avere già 3 pesci pronti, come se li stesse aspettando.
Li riempe di domande, e risponde in maniera un pò inquietante alle domande dei due.
Sembra che la padrona di casa, la solare, sia un tipetto burbero e pronto alla rissa, ma rispettata molto per le sue doti di creatrice e riparatrice di navi.
Inoltre l'intera isola è abitata da piccoli spiriti al suo servizio.
La prospettiva non è nè facile nè allegra, ma i nostri non si scoraggiano.
Dormono fuori ed entrambi hanno dei sogni molto intensi.
Mailar sogna la forgiatura di un daiklave in lunargento per la sua vecchia reincarnazione, da parte della donna che ormai sa essere la vecchia incarnazione di Coshido.
Quest'ultimo invece sogna la notte di una partenza, sofferta ma necessaria, munita solo del daiklave del compagno morto.
La mattina i nostri si ritrovano sulla spiaggia deserta, e al posto dell'enorme pesce cacciato da Mailar c'è una scritta sulla sabbia: Grazie.
Mailar si lancia in una ardita spiegazione scientifica sulla rotazione degli atolli marini, che viene guardata con giustificata perplessità dal crepuscolo.
Allora il lunare si trasforma nel suo totem per trasportare l'amico in acqua ed evitare gli spiriti nelle giungle o sui pendii del vulcano.
Arrivano alla piccola città cantiere dell'isola e qui due guardie li accolgono prontamente in maniera educata e cordiale, e una volta chiarito il loro intento cercano non di scoraggiarli, ma di prepararli all'incontro con la solare.
Sull'isola ci sono rifugiati sia divini che mortali, che hanno deciso di vivere sotto la protezione della Crepuscolo, nome Lein-An, in cambio di lavoro. Sull'isola non si sta affatto male, e tutti sembrano allegri e felici. Spesso c'è un discreto via vai di strani tipi, amici e clienti della crepuscolo, quindi anche el stranezze di Mailar, che si trasforma di continuo nell'alce marino suo totem per buttarsi in acqua non fa altro che far ridere i bambini che iniziano a circondarlo per vedergli fare altre cose buffe.
La crepuscolo arriva, e Mailar le offre un mojito, la bevanda preferita della donna, che vorrebbe sapere chi sono e cosa vogliono:
"Io sono Mailar, sono un lunare e sono stato mandato qui da un polipone gigante."
"Io sono Coshido, sono un crepuscolo, e anche io sono stato mandato da un polipone gigante."
La cosa all'inizio scatena solo l'ilarità dei giocatori, del master e della crepuscolo, ma poi quando chiariscono chi sia a mandarli (si di poliponi giganti lei ne conosce parecchi: il che scatena l'ilarità di Mishra che inizia a citare Hercules: Già, come quel periodo in cui i maschietti si chiamavano tutti Giasone e le femminucce tutte Giulia.) lei si dichiara un pò perplessa, ma pronta ad affidargli compiti ardui vistono che devono riscattare un favore che lei deve all'anziano lunare.
Lei gli deve una nave, il perchè non lo dice, quindi avrà bisogno del materiale adatto e il legno migliore per una nave simile si trova su una isoletta ad una settimana di navigazione.
Vedendoli in difficoltà offre loro una piccola nave da trasporto e un equipaggio minimo, ma dice loro di non aiutare i due a procurarsi il legno. Le bestie feroci dell'isola sono troppo pericolose per dei semplici mortali.
I nostri sono perplessi, mentre il master è perplesso di come non chiedano mai agli altri come si chiamino, ma la perplitudine finisce di fronte all'isoletta, dove gli alberi hanno un fusto bulboso alla base che sembra fatto di scaglie durissime. Dato che il legno sembra resistente alle armi da taglio Mailar lo sfila dal terreno con una immane prova di forza, e lo solleva festeggiando verso la nave dalla quale arrivano applausi. Nessuno c'era mai riuscito prima.
Dalla boscaglia però appaiono diversi animali parecchio strani che sembrano fatti delle stesse scaglie dure e resistenti.
Lo scontro inizia e Mailar subisce pesantemente: il veleno di quelle besteie è infatti pericolosissimo e mette a dura prova il fisico eccelso del lunare. Coshido invece si difende egregiamente con il suo bastone, che gli permette di continuare ad fare prese letali e devastanti, mentre la mente maligna gli suggerisce di usare chi prende in presa come scudo contro gli altri.
Mailar scatena tutta la sua forza invocando un nuovo prodigio e rendendo corna e zoccoli di lunargento ed inizia a seminare colpi ben migliori, ma stufo di perdere tempo usa il tronco estratto come arma, quindi come trampolino e dopo aver raggiunto l'apice del salto si trasforma in alce marino (una piccola balena) e schiaccia le ultime bestie rimaste.
A quel punto l'impresa è conclusa in breve tempo.
Coshido può rimettersi a studiare magia lungo il viaggio e Mailar si può allenare, ma soprattutto entrambi possono godersi la faccia meravigliata di Lein-An.
La missione successiva è procurarsi dei materiali da un convoglio della Gilda.
Cosa aspetta i nostri eroi?
I miei Achievements da Narratore:

(ST) Harlgblgrlb: Narra una sessione ubriaco.
(ST) L'incubo di tutti: Crea un nemico abbastanza orrorifico da spaventare i tuoi giocatori, i tuoi personaggi, o entrambi.
(ST) Ooops - Uccidi con un colpo un PG usando un incontro che pensavi fosse bilanciato.
(ST) Dividiamoci, Squadra - Narra una sessione dove il gruppo si divide in almeno 5 entità separate.
User avatar
coranis
Eccelso4
Eccelso4
 
Posts: 3551
Joined: Tue Jun 14, 2005 11:29 am
Location: Gaiarine(Deep wyld), oppure una casupola nelle foreste di Halta. Le Vacanze a Chiaroscuro
Casta: Zenith


Return to Voglia di Avventure!

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 3 guests

cron